giovedì 14 giugno 2018

Siate buoni, cazzo.



Vi posso dire la verità? In fondo non siamo al telegiornale, no?

Siamo buoni solo da mangiare

La verità più grossa a cui oggi dobbiamo far fronte - quella che probabilmente mi renderà incapace di scrivere alcunchè di spiritoso per il resto dei miei giorni - è che secondo me alla gente non gliene frega un fico secco se il pianeta continua a esistere o meno. Mi sembra che oggi tutti quanti vivano come sono abituati a fare i membri degli alcolisti anonimi: giorno per giorno. Qualche altro giorno, e poi tanti saluti. Conosco pochissime persone che sognano un mondo da lasciare ai propri nipoti.

Quello che per me rende la vita quasi degna di essere vissuta, oltre alla musica, sono tutti i santi che mi capita d'incontrare un pò ovunque. E per santi intendo gente che si comporta in maniera decorosa all'interno di una società clamorosamente indecorosa.

E a proposito, sentite, sarebbe pure ora di ringraziare Dio per averci fatto nascere in un paese dove perfino i poveri sono sovrappeso.

Un tizio di San Francisco mi ha scritto una lettera:
Come fa l'opinione pubblica americana ad essere così stupida? La gente crede ancora che Bush sia stato eletto, che gliene freghi qualcosa di noi e che abbia una qualche idea di quello che sta facendo. Ma come facciamo a "salvare" della gente uccidendola e distruggendo il suo paese? Come possiamo attaccare per primi basandoci sulla convinzione che di lì a poco verremo attaccati noi? Quello lì non sa dove stanno di casa la logica, la ragione, le basi morali. Non è altro che un fantoccio idiota. Perchè la gente non vede che il dittatore insediato alla casa bianca è budo come l'imperatore della favola?

Io gli ho detto che se aveva qualche dubbio che noi umani siamo demoni venuti dall'inferno doveva andarsi a leggere Lo Straniero Misterioso, scritto da Mark Twain nel 1898, molto prima della grande guerra. Nel racconto Twain dimostra con amara soddisfazione - alla quale non posso non associarmi- che è stato Satana e non Dio a creare il pianeta Terra e la "maledetta razza umana". Se ancora vi restano dubbi, leggetevi il giornale. Non importa quale giornale. Non importa di che giorno.

Kut Vonnegut - Un uomo senza patria

2 commenti:

  1. questo perché NOI siamo abituati a pensare al futuro come qualcosa migliore del passato, perché fino a ieri è stato così. La natura sa come difendersi ed anche dopo la distruzione di tutte le risorse ci saranno gli umani che torneranno all'età della pietra, magari mangiandosi fra di loro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo mangiandosi tra di loro. Cuocendo bistecche di cosce umane sull'asfalto delle Highway

      Elimina