domenica 5 novembre 2017

La mia ombra fa lo sgambetto agli impiegati.


Perché insomma una volta coi butei                    sai                      ci si vedeva tutti i giorni  
     quando eravamo piccoli      dico            poi si cresce,        s’inizia a lavorare                    ci si vede una volta a settimana,     
  poi ci si sposa        si fanno i bambini        e   ci si vede solo alle feste              compleanni                pasquetta      e                                        poi ti vedi solo ai funerali     
        BENGH      
   la vita è passata          
  guardala là indietro     
                  in fondo       
          
In fondo.
Sempre
 super positive! 







Prima ho scritto “Missilonic gumpert” su google per provare a scoprire qualcosa di nuovo.

Non è venuto fuori niente.










Piera legge la mano alla cassiera
e si succhia le gocce sulle punte.
Ha fatto solo un giro
non ha comprato niente.
Non ha comprato niente
      solo

        una penna
        per me.
E Piera non porta carta
Piera non porta penna
non ha bisogno di scrivere
perché lei non sa che è
una poesia con le scarpe datate.



"Piera, quando mangio le nuvole, è contenta; si sdraia su dei petali e suona tutte le pietre. L'avvolge con lo sguardo. Piera corre sugli sbadigli, specchia la Luna e si veste di cobalto. Piera non ha mai caldo. Quando ride ingoia l'universo. Ha la cenere sulle labbra perché Piera mi brucia, ti brucia, Piera ci brucia. Piera muore se non le parli e, se le calpesti l'ombra, Piera è attenta, ti guarda due volte e poi ti chiama. Piera non ama, Piera vive. Sì, vive tutto, mi vive, ti vive, ci vive, mi sbrana l'esistenza. Ad ogni suo grido è un temporale nelle mie tempie. Quando dice che è sazia beve ancora due dei miei colori. Piera lo sa che se se ne va con la mia spada arrotondata non tornerà.







Ma che dici dell'officina della camomilla? Il frontman spara stronzate inascoltabili e poi di colpo mi butta lì delle frasi che mi strodiscono e mi rovesciano il dentro.
Piera muore se non le parli. Mi sbrana l'esistenza.

Nessun commento:

Posta un commento