sabato 1 luglio 2017

Clap hands, Here comes the Linderbergh Baby - Bob Kaufman


Applaudite, ecco che arriva il figlio dei Linderbergh


Io rifiuto queste ghiacciate
Iniezioni
Della tragedia  del ciarpame
della scorsa notte,
memoria,
superstiti macchiati
nessuno ricorda
gomiti cromati
autostrade rosee
sottomissioni bloccate,
facce di teschi senz’occhi,
occhi senz’orbite
avvitate dentro,
occhi che non hanno storia
occhi che scuriscono le sopracciglia
occhi che non hanno coperchi,
occhi che non ammiccano mai,
spezzati dentro &
occhi introdotti

A volte un sogno sacro,
è arrotolato in una sciarpa
attorno ad un anonimo
collo,
appeso ad un uncino
Alle volte sono tempi affumicati,
tempi ambiziosamente oscurati
fragili tempi della lunga conduttura
mandarini per implicazione

Forse i giovani poeti
Vogliono essere papi
O re

Del messico.

2 commenti:

  1. Ho risolto e volevo condividere la gioia sotto una poesia non gioiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente!

      Le poesie di Kaufman hanno rotto i coglioni, me ne rendo ben conto, ma mi sono messo in testa di tradurre tutta questa sua raccolta e, stracazzi, dovessi metterci anni, ho deciso che sarà la prima volta che porto a termine qualcosa nella vita.

      Elimina