venerdì 21 aprile 2017

Bob Kaufman - Ancient Rain:


Bob Kaufman nasce nel 1925 a New Orleans da padre ebreo tedesco e madre cattolica della martinica. A diciott'anni entra nella marina, nei suoi viaggi in nave si appassiona alla letteratura, nel 1940 lascia la marina per studiare letteratura a New York, dove incontra Burroughs e Ginsberg.

Kaufman preferiva improvvisare le sue poesie, usando il tipico ritmo sincopato e la metrica del bebop jazz.  Molte delle sue opere, in quanto frutto d'improvvisazioni, non sono mai state trasposte su carta. Le sue liriche potenti, ricche d'immagini surreali, un certo tono satirico e alcune trovate simil-dadaiste fu d'ispirazione per molti poeti Beatnik.
Il termine Beatnik, con cui ci si riferisce a personaggi di quel periodo storico, fu coniato dallo stesso Kaufman.

Nel '58 si trasferisce a San Francisco dove passerà il resto della sua vita.
Come altri Beatnik  diventa buddista, in questo periodo iniziano problemi di dipendenza da stupefacenti.

Nel '63, dopo l'assassinio di Kennedy, Bob Kaufman decide di fare voto di silenzio, per dieci anni non pubblica nulla e non si fa vedere in pubblico,
Nel '73, dopo dieci anni di silenzio totale, decide, grazie alla fine della guerra in Vietnam, di tornare a parlare ed interrompe il suo voto recitando una poesia.

Ancient rain è una raccolta delle composizioni di Kaufman dal 1956 al 1963 e quelle della seconda fase, dal '73 al '78, che non sono state inserite nelle altre sue raccolte. Alcuni del testi qui riportati sono arrivati alla nostra attenzione solo grazie alla moglie di Bob, Eileen, che si è presa la briga di trascrivere le invenzioni del marito durante le sue esibizioni.

I suoi scritti di maggior successo sono l'esordio letterario Abomunist Manifesto (1958) e la raccolta di poesie Golden Sardine, pubblicata nel pieno del periodo di silenzio dell'autore (1967). Entrambi non sono mai stati tradotti in italiano.
Curiosamente Kaufman ha avuto un largo seguito in Francia dov'era conosciuto come il Rimbaud nero.

All'inizio degli anni '80 Bob decide di rinchiudersi nuovamente nel silenzio, chiede che le sue opere e la sua stessa persona siano dimenticate dai posteri.
Bob Kaufman muore a sessant'anni, nel 1986.





Tristezza privata
(private sadness)

Seduto qui da solo, in pace
Con la mia tristezza personale
Barattata dai compratori
Dell’occhio della mente
Visione invertita, capovolta
Vedendo solo le proprietà
Dentro i muri del mio io,
sentendo le radici che mi legano,
a questo mero albero umano,
picchiandomi per liberarmi,
conoscendo il successo
di queste esplosioni
che saranno misurate
dal furore
della caduta
nella pace eterna

la fine di tutto.



Nessun commento:

Posta un commento