lunedì 27 febbraio 2017

Playlist italiana definitiva Lato B




Quintorigo : Malato Sano 
Uno dei gruppi italiani più strani, fighi e particolari di sempre. Avrebbero dovuto conquistare il mondo. Non se li è cagati nessuno.
Dannata gente! Rovinano sempre tutto! Bentivoglio Angelina, La nonna di Frederich e Momento morto sono tre super pezzi, ma ho scelto questo perchè si.

"Momento morto, assecondami. Se tocco il fondo è per darmi la spinta e risalire"



Timoria - Sole spento
Non ho mai ascoltato i Timoria. Non li ascolto neanche ora. Solo questo pezzo, ogni tanto. Perchè è uno di quei pezzi tristi per combattere la tristezza tipo meno con meno uguale più, non so se rendo l'idea.. Con 'sto pezzo comunque hanno fatto centro.

"Ci sono giorni in cui mi sveglio spento e tutto sommato provo a starci dentro, nella mia stanza aspetto il mio momento: sono qui, aspetterò"



Marlene Kuntz - Sonica
Amo i Marlene Kuntz degli inizi. Poi ho continuato a seguirli e hanno fatto lavori interessanti, solo che quel periodo fighissimo psichedelico acido disturbato casino/rumore con distorsioni, distorsioni a nastro! non tornerà piu.
Secondo me Sonica rappresenta perfettamente i Marlene di quel periodo. Mi manda via di testa. Dall'intro al finale. Mi fa impazzire tutta. "Schianti di latte" poi è na roba indescrivibile, chissà come gli è venuta.

"Orso ci vede nebulosamente.
 Nebulosamente, già. 
Le luci del giorno gli danno quel non so che lo turba,gli manca quel buio che non si trova in fondo alla via.

Fragori nella menteeeeee, rumori doloriiii 
 Lampi tuoni saette schianti di latte
 fragori e albori di guerre universali, scontri letali,
 SONICA 
 SO - SO - SOOOO- SONICAAAAAAAA"



Teatro degli orrori - Disinteressati e indifferenti
Ascoltati per la prima volta qualche anno fa, li avevo scartati per il troppo rumore. Riscoperti qualche mese fa: Innamorato pazzamente. L'idea di recitare su della musica violenta è intrigante, però a volte penso ancora ci sia troppo casino. Per capirci, non andrei a sentirli live. Per quanto riguarda il pezzo che ho scelto: Disinteressati e indifferenti è un titolo azzeccatissimo e rende molto bene ciò che penso della gente. Il frontman a tratti è grandioso.

"E lasciami perdere. Che non ne posso più. Che più sfigati siamo, più si pippa di gusto. Yummi Yummi. Questa mattina ho avuto un colloquio di lavoro: Questa bella e avvenente signora mi chiede quali siano le mie aspirazioni. Aspirazioni? Trovare un lavoro. Oppure un altro. Fare un mucchio di soldi da non poterli contare o fare tanto sesso da potersi stancare, girare per le strade come fossi al centro del mondo, guidare un'automobile che la gente si volta a guardare, insomma vorrei farli morire d'invidia, d'invidia tutti quanti. L'invidia tra l'altro, lo dicono i sociologi: E' il sentimento più diffuso. E tanto vale daaaaarci dentrooooooo  Dai vaaaai, Vai che sei solo. Uno su mille ce la fa! Stai a vedere che sei proprio tu. E se tuo fratello resta al palo, MANDALO A FANCULO! Non aver pietà o rispetto per nessuno. Parola d'ordine:
 NUTRIRE L'AVVOLTOIO
           CHE è DENTRO DI TE"



Caparezza - La fitta sassaiola dell'ingiuria
A me piace proprio tanto, che mi grandini sul viso la fitta sassaiola dell'ingiuria. A volte penso di vivere per quello.
Caparezza a livello testi mi ha sempre conquistato, mentre a livello musicale mi ha spesso lasciato perplesso.
Questo pezzo ha una bella storia perchè dimostra che gli artisti bevono arte e poi la ripisciano fuori a modo loro - credo non avrei potuto rendere il concetto in maniera più disgustosa- Branduardi prende Confessioni di un teppista di Esenin, una poesia del 1920, e la traduce musicandola e creando così "Confessioni di un malandrino" nel 1975. Dopo altri venticinque anni è Caparezza che prende il brano di Branduardi, lo campiona e ci riscrive sopra . Bellissimo.

"mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi"



Marta sui tubi - L'equilibrista
I marta sui tubi sono probabilmente il mio gruppo italiano preferito. Testi divertenti, giochi di parole, una voce molto espressiva, brani energici. Nel corso degli anni i Marta sono passati dall'essere un trio folk sperimentale a tratti punkeggiante, a suonare ballate sanremesi con archi fiati e coristi, il tutto senza mai essere banali. Senza mai vendersi. I loro primi dischi erano moolto sperimentali e ho scelto "L'equilibrista" - prima traccia del loro primo album- perchè secondo me voleva essere il manifesto del loro modo di fare musica.

"L'equilibrista gioca con la gravità dei sogni che ha nell'anima. Fai volare in alto tutto e non temer di non saper riprenderlo"



Vasco Rossi -Fegato spappolato
Odio ciò che Vasco è diventato.
Amo i Vasco anni 70 - 80. Il suo Realismo cantautorale col vocabolario di un idraulico prendeva la gente alla pancia. Colpa d'Alfredo e Fegato spappolato in questo senso sono due capolavori. Peccato che Vasco non sia morto in un incidente con donne cocaina e macchine veloci negli anni 80. Sarebbe diventato leggenda, invece i ragazzi d'oggi se lo ricorderanno come un vecchio coglione.

"Con in bocca un gusto amaro che fa schifo, chissà cosa è stato quello che ho bevuto. Mi alzo dal letto e penso al mio povero fegato fegato fegato spappolato"



Fast Animals and Slow Kid - A cosa ci serve
I fast animals musicalmente non mi piacciono. Li trovo banali e sempre troppo ripetitivi. Mancano cambi di ritmo, assoli e robe così. Quello che mi piace molto è la voce spezzata-kurt- cobain- de noantri del cantante e i suoi testi pregni di pessimismo cosmico mescolato con un'enorme dose di autolesionismo. "A cosa ci serve" mi fa venir voglia di mettermi addosso un sacco dell'immondizia, prendere una bottiglia di whiskey e andare nei parchi pubblici a ruttare in faccia alle famiglie. Schifo, Odio, Tristezza e rabbia!!
" Lo so che è meglio se esplodo.
 A cosa ci serve? Se non ci proviamo più. Il tempo che perdo è la morte.
A cosa ci serve? se non ci crediamo più. Brucerò entro due anni lo giuro.
A cosa ci serve se non ci amiamo più. Non vorrei esser mai nato."



Negrita - Mama maè
A differenza di quasi tutti gli altri gruppi che ho ascoltato molto e di cui non saprei indicare la mia canzone preferita perchè me ne piacciono molte, per quanto riguarda i Negrita, pur apprezzando moltissime delle loro canzoni, dagli inizi rock alla fase latinoamericana, ci sono due pezzi che staccano tutti gli altri. Se ho voglia di energia Mama Maè resta il loro masterpiece, per quanto riguarda le ballate scelgo Magnolia . Oggi ho voglia d'energia

"Alzo stereo a palla per non pensare, alzo così tanto da farmi male, dimenticando tutto quello che so."



Meganoidi - La fine
I meganoidi sono strani. Il loro primo disco è punk ska rumoroso, molto hardcore. apprezzabile dagli appassionati, ll secondo è molto meno ska e più rock, poi esce "And then we meet the impero", lo ska è sparito, questo è un disco prog. Nei lavori successivi sparisce anche l'attitudine punk e i Meganoidi si mettono a fare un rock lento, per quel poco che ho sentito l'ho trovato piatto e scialbo. Tanto che Wikipedia li definisce post-rock. Un altro gruppo post rock, per capirci, sono i Sigur Ros. E i sigur ros sono mamma mia mamma mia. Insomma i Meganoidi sono invecchiati male.
Ma c'è stato un momento di transizione fondamentale in cui hanno realizzato il mix perfetto di ska e rock: Outside the loop stupendo sensation è uno dei dischi più belli che siano mai stati fatti. Almeno di quel genere, qualunque sia quel genere. So che può sembrare un'affermazione esagerata ma ne sono convinto.Prendiamo La fine, una canzone a caso, forse una di quelle che mi convincono meno: Batterista che pesta il giusto, basso ska, qualche giretto ben fatto di chitarra, tromba super simpatica. Canzone carina, semplice, non pretenziosa e non stupida.
Questo disco lo ascolto da dieci anni, mi piacciono tutte le tracce, dalle prime potentissime Inside the loop e For Those who lie awake alla rilassatissima 1999, non mi annoia mai. Gran disco.



Meg - E' troppo facile
Amo il modo di cantare di Meg.
Adoro il modo di cantare di Meg. Non la ascoltavo ai tempi dei 99 posse perchè non ce la potevo e tuttora non ce la posso  proprio fare a sentire quell'altro che sproloquia in napoletano.
Avevo scoperto il suo disco "Psychodelice" nel mio periodo super blues e quindi non c'avevo nemmeno fatto caso. Ultimamente l'ho riscoperto. E' carino. Questo pezzo con l'hang drum sulla strofa e il ritornello col piano non è niente male!  Ma per quel che mi riguarda Meg potrebbe cantare anche senza la musica.


6 commenti:

  1. Bill, guarda che io ho un cd live dei 99posse dove Meg è ancora più sguaiata di Zulù.
    Tanto che tra i miei amici, una sua frase di quel disco è diventata un tormentone per ridere assieme XD
    Cooomunque, noto che siamo dalle parti fine anni '90 e molto gruppi cool di oggi. Vada per alcuni, ma i Marta sui Tubi proprio non mi scendono: ascoltati live, uno strazio XD

    Moz-

    RispondiElimina
  2. C'è sul serio della roba che può considerarsi cool??

    A livello di annate, col sound italiano sono rimasto tra la fine 90 e i primi 2000, mentre quando ascolto roba americana è quasi tutto 60 70.


    I marta sui tubi li ho sentiti live quest'estate e mi hanno proprio fatto girare i coglioni. S'era ad un festival grezzo sinistrorso & cannonaro, i Marta hanno scelto una scaletta deprimente, un sacco di ballate e zero pezzi spinti + una cover Raggae inascoltabile di un loro pezzo famoso. Volevo salire sul palco e picchiarli.
    Detto ciò, hanno comunque scritto un sacco di belle canzoni.

    RispondiElimina
  3. Ps : Zulu, non so bene perchè, ma m'è entrato in odio e proprio non lo sopporto.

    RispondiElimina
  4. Infatti ho notato che hai inserito molti di quell'ondata che chiamo post-litfibiana, o meglio post-mondi sommersi dei Litfiba: sound elettrico e rock quasi americano-inglese con l'italico tocco mediterraneo (vedi Mama Maè).

    Zulù non mi sta antipatico, ma ti giuro che Meg che strilla sguaiatamente nun se po sentì:
    https://www.youtube.com/watch?v=v1CiLYwYLWE
    metti 9.31 e senti fino alla fine (sono pochi secondi).

    Moz-

    RispondiElimina
  5. outside the loop etc.. è il migliore-
    -sileno27-

    RispondiElimina
  6. Grande Sileno! Fa super piacere vedere che ancora mi leggiucchi ogni tanto.
    Gli altri di quel periodo se ne sono andati tutti..

    Almeno una volta all'anno fatti sentire, sennò sto in pensiero.

    Sul serio.

    Buona vita!

    RispondiElimina