mercoledì 25 gennaio 2017

E.M. Cioran - Sommario di decomposizione



Anche quando si allontana dalla religione, l’uomo vi rimane assoggettato […] il suo bisogno di finzione trionfa sull’evidenza e sul ridicolo


Lo spirito esitante, nell’inattitudine al quietismo, per essersi compiaciuto di irridere il dubbio e la pigrizia – vizi più nobili di tutte le sue virtù-  ha imboccato una via di perdizione: la via della storia, miscuglio indecente di banalità e apocalisse… Le certezze vi abbondano: sopprimetele, sopprimete soprattutto le loro conseguenze e ricostruirete il paradiso


Tutti si sforzano di correggere la vita di tutti: […] la società – un inferno di salvatori!


Il fanatico è incorruttibile: se per un’idea è in grado di uccidere, allo stesso modo può farsi uccidere per essa: in entrambi i casi, sia egli tiranno o martire, è un mostro. Non esistono esseri più pericolosi di quelli che hanno sofferto per una convinzione: i grandi persecutori si reclutano tra i martiri ai quali non è stata tagliata la testa.


In ogni uomo sonnecchia un profeta, e quando si risveglia c’è un po’ più di male nel mondo.


L’abbondanza delle soluzioni agli aspetti dell’esistenza è pari solo alla loro futilità. La storia: Fabbrica d’ideali, mitologia lunatica, frenesia delle orde e dei solitari, rifiuto di considerare la realtà quale è, sete mortale di finzioni…


L’origine dei nostri atti sta nella propensione inconscia a ritenerci il centro, la ragione e l’esito del tempo.


[…]Ma vivere significa ingannarsi sulle proprie dimensioni.


L’uomo idealmente lucido e quindi idealmente normale non dovrebbe avere altra risorsa al di fuori del nulla che è in lui […] Avendo resistito alla tentazione di concludere, ho vinto lo spirito, così come ho vinto la vita mediante l’orrore di trovarvi una soluzione.


Non vi è nobiltà se non nella negazione dell’esistenza.


La frivolezza è quindi l’antidoto più efficace al male di essere ciò che si è:  grazie a essa noi inganniamo la gente e dissimuliamo la sconvenienza delle nostre profondità.


Dio: caduta perpendicolare sul nostro terrore, salvezza che piomba come un fulmine in mezzo alle nostre ricerche che nessuna speranza inganna, annullamento brutale della nostra fierezza sconsolata e volontariamente inconsolabile, avviamento dell’individuo su un binario morto, disoccupazione dell’anima per mancanza d’inquietudine.


Ritrovandoci dopo ogni notte di fronte a un nuovo giorno, l’irrealizzabile necessità di riempirlo ci colma di spavento.


La noia è l’eco in noi del tempo che si lacera… la rivelazione del vuoto, l’esaurirsi di quel delirio che sostiene la vita.


La realtà è una creazione dei nostri eccessi, delle nostre dismisure e sregolatezze. Senza i nostri ardori lo spazio è di ghiaccio, il tempo stesso non scorre ….


Ognuno di noi è nato con una dose di purezza destinata ad essere corrotta dal commercio con gli uomini, da questo peccato contro la solitudine. Giacchè ognuno di noi fa l’impossibile per non essere votato a se stesso.


Il plurale implicito del “si e quello esplicito del “noi” costituiscono il confortevole rifugio dell’esistenza falsa. Soltanto il poeta si assume la responsabilità dell’IO.


Dal momento che non è facile approvare le ragioni invocate dagli esseri umani, ogni volta che ci si separa da ognuno di loro la domanda che viene alla mente è: come mai non decide ad uccidersi?
Quando si è intravista la propria inutilità, è incomprensibile che chiunque non faccia altrettanto. […]
Il fatto è che, se la ragione sconfessa la voglia di vivere, il nonnulla che fa prolungare gli atti è comunque di una forza superiore a tutti gli assoluti; esso spiega la tacita coalizione dei mortali contro la morte; esso non è solo il simbolo dell’esistenza ma è l’esistenza stessa, il tutto. E questo nonnulla non può dare un senso alla vita, ma la fa perseverare in ciò che essa è: uno stato di non suicidio.


Se i pomeriggi domenicali si protraessero per mesi, dove andrebbe a finire l’umanità, emancipata dal sudore, libera dal peso della prima maledizione? L’esperimento varrebbe la pena d’esser fatto. […]
L’immensità del tempo farebbe di ogni secondo un supplizio intollerabile, una cornice da esecuzione capitale.



Gli sfaccendati afferrano più cose e sono più profondi degli indaffarati: nessun compito limita il loro orizzonte; nati in un’eterna domenica, essi guardano, e si guardano guardare. La pigrizia è uno scetticismo fisiologico, il dubbio della carne. In un mondo ebbro di ozio soltanto loro non sarebbero assassini.





5 commenti:

  1. è chiaro che la domenica va intesa come giorno a disposizione dell'essere umano, bisogna specificarlo, perchè per gli ebrei vale il sabato, per gli sceicchi il giovedì o il venerdì, per gli asiatici non saprei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccerto, c'hai mai pensato?
      Se vuoi vedere il bobbolo impazzire dà a tutti 50 giorni di ferie consecutivi, e del mondo non resteranno che poche briciole.

      Elimina
  2. Mi hai commosso. Bastardo. Mi state facendo cambiare idea... 'caputtana!
    Grazie, amico mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che cazzo! io dico che se vuoi staccare devi staccare, un mese, due, quattro, ma lascia 'sti cazzo di puntini di sospensione che poi la voglia e il bisogno di scrivere tornano. Siamo uomini, facciamo così, alti e bassi, sai, l'altalena della vita e cazzi vari. Ma mettere un punto di proiettile all'esistenza del blog no dai.
      pensaci.

      Elimina
  3. Grato di come mi aiutano miracolosamente il mio ingrandimento del pene che ho sofferto per così tanto tempo e da allora non ho mai visto alcuna forma di insulto dalla mia donna, prima di allora mi dice sempre tante cattive parole, che non sono Un uomo pieno, ma ora è dopo il sesso ed è arrivato a un punto quando sono stanco come abbiamo sesso dal 12AM fino alle 5AM e ho ancora chiesto di più, ma sono molto felice che dopo aver inteso con DR James la mia vita tornò Intorno, se avete problemi di eiaculazione rapida, problemi di erezione lenta e cumming in tempo. Tutto quello che devi fare è contattare DR James e avere i tuoi problemi risolti per sempre e avere una vita sessuale felice, con il tuo partner o coniuge. Perché oggi sono una testimonianza viva di azione DR James wonder crema. Non perdere più tempo e scrivere a lui nella sua email: enlargementherbs@yahoo.com o il suo numero app: +2349055637784

    RispondiElimina