giovedì 25 febbraio 2016

La fantastica storia di Geebs e i suoi amici animali

Geebs se ne va a zonzo per la Bomdamwijiana natural reserve sballottando qua e là il suo gigantesco deretano. Geebs è bello grande, e ha un grosso corno d’avorio -abbastanza scomodo, mi dicono fonti attendibili- piantato al centro della faccia, ‘sto corno, tra l’altro, pare che prosegua all’interno della scatola cranica Di Geebs, rubando spazio al cervello che, di conseguenza, non può essere molto sviluppato. Per questo Geebs è molto molto stupido. Ma questo è palese, visto che è un rincoceronte. Vabbè Geebs se ne sta andando a zonzo per i fatti suoi quando due tizi lo fermano, uno è un pelosissimo ragnorante col fare da gangster che gli fa: Uèèè uagliò cuu culu grassu, cam uid as. Ce shta nu fètt-èss contèsht.
Geebs lo guarda coi suoi occhietti letargici senza aver capito nulla e senza riuscire a pensare nulla da dire ma l’altro, non il ragnorante, l’altro, un grosso viscido boa verde militare che sembra un pezzo grosso, probabilmente un Serpentenente, gli sibila: “ sssssss una gara di culi grossssssi… puoi vincere, sssss   guardami negli occhi, ssssssenti la ssssssstanchezza dell’anima pesante sssssss – il serpentenente ha una skill per cui può ipnotizzare i rincoceronti, ma solo loro, no gazzellefanti né gazzelefantini* che , pensaci bene, suonano simili ma sono molto diversi e si, insomma, non può ipnotizzare niente a parte i rincoceronti e toh, fatalità mariavèrgine no ghe credo, Geebs è un rincoceronte-
Ora Geebs è sotto ipnosi e viene guidato dal ragnorante partenopeo mafioso e dal serpentenente ipnotizzarincoceronti alla spiaggia bianca ma anche un po’ sassosa di cocacabana dalla quale si può vedere il meraviglioso vulvulcano che errutta, ma giunti lì i nostri eroi scoprono che, ahimè, non c’è nessun fat ass contest, quell’avvoltatoio li aveva mentiti a tutti, disse il ragnorante, su quella spiaggia bianca non ci sono culoni giganti, né giurie e nemmeno platee di spettatori incuriositi. C’è solo un gruppetto di salamalandre piccanti sugli scogli, due gayroni che fanno il bagno spruzzandosi l’acqua addosso mentre emettono acuti gridolini  e un grosso poopotamo che prende il sole ricoperto di olio di spalma di cocco. Qui entra in scena, inaspettato, impetuoso, prepotente, Simone il pandabbestia co’ ste occhiaie paura zio, gli occhi gialli fegatospappolato e sta super tuba di bambuù fumante su un lato della bocca, cresta tipo criniera di leone fino davanti sul petto color rosa e blu elettrico shocking fulminante, braccio destro tatuato, un tribale con in mezzo vin Diesel che si succhia il cazzo da solo, stivaloni tipo trekking sulle alpi – siamo a cocacabana, ricordo-  una catena borchiata avvolta intorno alla mano destra, alla quale sono legati tre guinzagli: tre bestie feroci davanti al pandabbestia fulminato: c’è un Rottwhimmler vestito da militare, un Chihuahuawei coreano cogli occhi giganti rossi forse sparano laser cazzo ne so,  poi c’è sta roba accartocciata da un lato tipo fico d’india meno bello, sembra un incrocio, mah, la butto lì, un Dobeerman doppio maltese? . Non si saprà mai. Il segreto è morto con Jhonny paffuto il 23 maggio 2023 a Ponteluggioli (Pv) ma questa è un’altra storia.
Il pandabbestia irrompe sulla scena: “IL CAZZO IL PISCIO LE PALLE!!!!, Io ho fatto tipo boh seimila chilometri per venire qua a Cocabanana per vedere un fat ass contest e ora voglio vedere un fat ass contest. TU!!!! COSA MERDOSA SPALMATA DI MERDA BIANCA, COSA CAZZO SEI? “  Intanto il Rottwhimmler  punta il poopotamo e gli fa il saluto nazi, il chihuahuawei è una bestia inferocita, sbava robaccia bluastra, è chiaramente pronto ad attaccare.
Jerry Jefferson Secondo risponde subito: “Un poopotamo, signor panda abbestia”.
“VISTO? IL CULO, LA FIGA! LO SAPEVO CHE ERI MERDOSO! VIENI SUBITO QUI, TIRA FUORI IL TUO CULONE.”
Jerry Jefferson Secondo obbedisce subito all’ordine e intanto il chihuahuawei s’è impallato o ha la batteria scarica chessò, fatto sta che non si muove più. Il poopotamo tira fuori il culo mentre il Serpentenente fa amicizia coll’incrocio che pensavo fosse un dobeerman ma ora scopro essere Pastoreste, un vecchio pastore maghremmano che pascola sé stesso wow, premio skill vincente! Simone il Pandabbestia frattanto(esiste?)  si rivolge a Geebs: “TETTE DURE!! CAZZONE! Anche tu, rimboceronte, vieni qui e tira fuori il culo vicino al coso merdoso, qua. Da bravi, fuori le chiappe per il pandabbestia, e facciamo sto fat ass contest de costasantana”
A Quel punto Matte-etto si era addormentato da un pezzo e Nonno Bepyn andò in cucina e si preparò un gustoso, meritatissimo jollone, interrompendo così il racconto. Proprio come io l’ho interrotto ora.
Si dice che anche nonno Byron Stuarturo, che sarebbe il nonno del nonno Bepyn, gli avesse raccontato la stessa storia interrompendola nello stesso punto.
Che sia una coincidenza? E se Matte-etto fosse mio nonno? E anch’io, … vabbè … E se la ganja stesse inesorabilmente allentando la sua dolce presa sulle mie tempie ossute? Ok, ne sono venuto fuori, ma mi è piaciuto molto.




*ovviamente i primi, come dice il nome stesso, sono delle coraggiose gazzelle soldato sempre pronte ad andare in prima linea contro qualsiasi nemico mentre i secondi sono piccoli elefanti saltellosi e particolarmente agili. Scusate.

mercoledì 24 febbraio 2016

Armonica Vs Vizi

Per non farti prendere brutte abitudini da ragazzo gli adulti non dovrebbero dirti che poi ci resti sotto e farai super fatica a smettere ecc. ma dovrebbero solamente dirti questo: “poi ne avrai voglia per sempre”.
Vuoi passare l’adolescenza a fumare mezzo pacchetto di chesterfield al giorno? Poi ne avrai voglia sempre.
Vuoi ubriacarti un giorno si e uno no dai 16 ai 26 anni? Poi ne avrai voglia sempre.
Sul serio. Sono felice. Cazzo se sono felice, ho smesso di fumare, ho smesso di mangiare insaccati e carni rosse, bevo pochissimo, mangio sano, ho il cazzo che pulsa tutto il giorno che neanche i leghisti più accaniti, l’altro giorno ho sentito sta cosa dura sotto lo sterno e mi son spaventato poi ho realizzato che erano gli addominali alti, roba da non credere, ho gli addominali alti. Sono felice, sul serio. ma ho sempre ‘ste cazzo di voglie. Durante i pasti principali me la cavo bene, è a metà pomeriggio , ora merenda, che inizio a star male. Voglio un panino col salame. Si, i cracker al farro e avena non sono male, lo yogurt ai mirtilli nemmeno, ma voglio un panino con un etto di crudo san daniele. Si, i grissini ai cinque cereali non sono male, le fette biscottate al kamut spalmate di marmellata alle fragole bio son buone, le decana sono veramente le pere più dolci al mondo. Ma io voglio un bicchiere di Ripasso e un mezzo filone con la soppressa all’aglio.

Riesco a dire di no. Poi esco, vado al bar, mi faccio due pinte, ho voglia di mangiar tartine pizzette e sPorcherie finchè non scoppio, mi vien voglia addirittura di fumare una sigaretta, macchè voglia, è un esigenza, devo fumare, torno a casa, per un po’ non vado al bar, è un posto di merda.




Questa ragazza è un fenomeno. Intorno al minuto c'è un parte in cui suona l'armonica esattamente come se fosse una fisarmonica(poi lo rifà nel finale). Prova a sentirla, è una cosa impressionantissima. 
Invece in i've got to go suona molto più blues, non corre come un treno ma ha un sound magnifico, una tecnica e una pulizia  che i vecchi bluesman della Louisiana se la vedessero resterebbero impressionati.



lunedì 22 febbraio 2016

Fai come fanno tutti così non ti sbaglierai



Il guaio della gente è che ha proprio paura di pensare.
Non pensano a niente di serio perché ne sono spaventati.
Io penso a tutto, ho anche pensato di essere gay. Un giorno  mi son detto “magari sono gay” poi ho visto dei porno e mi sono accorto che sono disgustato dai primi piani maschili e l’idea che qualcosa possa entrare nel mio buco del culo mi terrorizza. Ma se non mi fossi posto la domanda, avrei ancora il dubbio. Ci hai mai pensato?
Loro no. Perché pensare di essere gay è da gay.
E pensare al suicidio è da malati.
Beh, signori, io penso all’omosessualità, al suicidio, al comunismo e non sono frocio,né un aspirante suicida né un comunista.
Il problema è: e come lo spieghiamo a loro?

 …qui mi torna in mente Doug Stanhope: “Yeah yeah, you’re right! I just don’t listen”.



...e i marta sui tubi, nello specifico con "salva gente": 
C'è gente talmente povera che non ha nient'altro che il denaro
C'è gente che vuole tutto quello che gli passa sotto al naso perchè non sa cosa vuole
C'è gente che è così comica! Ma si prende un pò troppo sul serio. E non troverà mai una verità, nemmeno se gliela metteranno in mano.
E c'è chi non ha più curiosità e piano piano cerca d'invecchiare. 

   Boom!! L'ultima frase mi ammazza!


______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________







Lasciami stare adesso
ma non mi lasciare mai
Scrivilo con il gesso e non cancellarlo sai
Tutti i consigli del mondo non fanno una sola esperienza
Fai come fanno tutti così non ti sbaglierai
A testa in su 
Io voglio fare a modo mio
Voglio il vento in faccia
e proverò a volare anche io






venerdì 19 febbraio 2016

Zuppa thai abortita


Ecco la Ricetta della super zuppa thai vegetariana(per fare il brodo ho usato una gallinella ma non l’ho mangiata, va bene?) agrodolce abortita:

Primo passo: Vai in un negozio di alimentari cinesi e procurati:
- salsa di soia chiara
- Noodles di riso
- zenzero fresco
- Funghi neri cinesi
- Aceto di riso o di vino
- Germogli di soia (opzionali ma fortemente consigliati)
-  Tofu (almeno 100 gr a persona)
- Latte di cocco (latta da 400ml)

Ti serviranno anche 1 litro di brodo di pollo(anche meno, sicuramente meno), lime, aglio, peperoncino (opzionale), curcuma, curry(opzionale), 1 carota, 1/2 cipolla bianca (o scalogno), 1 zucchina.

Bene, abbiamo fatto spesa, con sta roba ci mangiate in quattro, vedi di ricordarti che i noodles devono stare un’ora in ammollo in acqua fredda prima di essere cotti e i funghi cinesi 30 minuti in acqua tiepida. Di solito. Poi dipende dal tipo di fungo.

Ci siamo?
- Metti a scaldare 7-8 dl di brodo nel quale devi buttare un bel pezzo di  radice di zenzero tritata (3-4 cm sicuri, ma se vuoi abbondare vedi tu) e lasciar cuocere.

- Nel frattempo taglia il tofu a cubetti, fallo rosolare in una pentola antiaderente con un filo d’olio extravergine o di soia o di sesamo, tanto cambia niente, poi sfumalo in due cucchiai (grossi) di salsa di soia e mettilo da parte.

- Nella stessa pentola fai rosolare in un goccio d'olio evo aglio e cipolla tritati, aggiungi le carote tagliate a striscette strette e lunghe e poi, per ultima, la zucchina, sempre tagliate a striscette. Io ci metto anche dell’aceto di riso, due cucchiaiate grandi, con arroganza.

-Quando le verdure si sono ammorbidite aggiungi il brodo zenzerato, due tre cucchiai di curcuma, i funghi scolati, asciugati e tagliati grossolanamente. Fai cuocere cinque minuti.
-Poi aggiungi i germogli di soia spezzettati e il latte di cocco.
Per ultimo aggiungi il tofu e e se ti va anche del peperoncino. A me il piccante non piace. Io faccio l’ingordo, aggiungo altri due tre cucchiai di salsa di soia e un po’ di curry.
Fai cuocere il tutto a fiamma medio bassa per boh, dieci minuti.

-Tocco finale: spremici dentro il succo di un lime. Se l’acidità ti spaventa mettine solo mezzo.

-Cuoci i noodles in acqua bollente salata per un minuto, scolali e mettili nei piatti fondi, ricoprili con abbondanti mestolate di quell’intruglio giallastro, et voilà les jeux sont faits, puoi gustarti la zuppa thai abortita, buon appetito!



Extra: 
+ se hai un Wok è molto meglio, io uso la pentola di fiducia che adopero anche per i risotti.
+ I germogli di soia costano pochissimo e sono buoni anche da mangiare crudi tipo insalata, sanno di finocchio molto più leggero e sono morbidi croccantosi e freschi.
+ I thai’s best masterchefs mettono il tofu alla fine, in modo che resti solido. Solo che Il tofu è tremendo. È praticamente insapore ma la sua consistenza mollicciosa mi nausea e secondo me l’unico modo per poterlo mangiare è farlo sciogliere per bene.
+ Le cuoche vietnamite (la collega che mi ha dato le basi della ricetta) a fine cottura aggiungono della maizena o della fecola di patate per far addensare la zuppa. Io non ci ho mai provato perché proprio non mi entra in testa di comprare la maizena.
+ Puoi usare le verdure che vuoi. Vanno bene anche i peperoni rossi e il cavolfiore, vanno benissimo i porri, di solito i thai non mettono la cipolla, io ci ho messo anche del sedano, alcuni mettono il lemongrass(citronella) ma lì iniziamo ad andare sull’estremo, una volta ho mangiato una zuppa thai con la citronella ma la combinazione citronella+lime mi ha ricordato moltissimo il detersivo per i piatti e mi ha reso impossibile terminare quella zuppa.
              

                                                               Ho finito.

mercoledì 17 febbraio 2016

non scrivo più, ho la vita da vivere


Non scrivo più, ho la vita da vivere.
Quando non lavoro leggo, guardo cose su pc e cerco di imparare a suonare l'armonica.
In queste settimane ho provato a fare le mie prime xilografie, sembra una cosa interessante, solo che non ho la manualità sufficiente per lavorare delle lastre di compensato con uno scalpellino.
Ho provato invece ad incidere dei pezzi di linoleum, e quello è molto più semplice.

Mio padre dovrebbe fare una specie di dieta depurativa per il fegato ma mia madre ha sempre odiato cucinare ed ora sta impazzendo del tutto. Ogni giorno si lamenta perchè non sa cosa preparare quindi, quando posso, cucino io.
Legumi a rotta di collo, farro, quinoa, tofu, tanta verdura, frutta, oggi sono andato da natura si a comprare farina integrale, kamut e simili, ho passato a mio padre un paio di ricette così domani proverà a cucinarsi il suo primo pasto vegan.
Di primo pasta al kamut con ragù di seitan, per secondo polpettine di quinoa e ceci e qualche verdura bollita. Speriamo vengano bene.
Io , nel frattempo, ho fatto la mia prima zuppa thai e devo dire che è venuta una bomba, prossimamente ti do la ricetta.. occorrono un sacco di ingredienti ma prepararla è molto easy.

Ultimamente, quando non leggo, non suono, non sono in giro, non lavoro e non cucino, guardo spettacoli di comici americani. George Carlin, Louis C.K., Bill Maher Bill Burr e rifletto su quanto sia triste che per sentirsi dire come stanno veramente le cose si debba star a sentire non dei giornalisti, non dei politici, ma dei tizi che dovrebbero fare "i comici".

Qualche giorno fa ho scoperto Doug Stanhope.


venerdì 5 febbraio 2016

Oggi non bevo



Sento la vita scorrermi addosso
                               Salute mentale ridotta all’osso
Questo Penso mentre mi affosso e passo su passo non posso
                                                                              trovare più un senso
  &  Perdo il mio tempo  aspirando un intenso sapore d’inferno come un incenso
Mi osservo riflesso nell’acqua del cesso, ci trovo gusto, è il posto giusto
                                                                                  Per la merda che sono   
ganja tienimi buono - Mormoro un suono:  “Mamma perdono” -     
  Cazzo, mettimi un freno, oh dolce  veleno.

Io vado piano ma vedo lontano
Però mai mi muovo, sogno il nuovo poi mi risiedo
Puoi darmi una mano? Da solo non credo.
Ogni giorno mi piego ma oggi non bevo
Perché se voglio la vedo, la luce!                    & mi commuovo
Il sogno di pace!
Nella testa la voce
Finalmente tace.

Disteso sul letto ripeto a me stesso
“sfonda il tuo tetto, non avere rispetto”
Ma io sono un codardo, non sono un galletto
Quindi da solo me ne sto qua ed aspetto
 La pazzia esplode, brucia l’intelletto
Mi strappa l’anima fuori dal petto
E al suo cospetto
rifletto.



SEMBRA UN OMBRA D’AMBRA.

martedì 2 febbraio 2016

E' la prima volta che non ho un titolo

Fan male agli occhi 'sti tizi sporchi
porci con denti storti
                     che  puzzan da corvi morti

     MA sono attenti ai soldi  come vecchi sarti con venti arti
   che con torti contorti insinuano tarli
                    -Creano conflitti!
              -Gonfiano i conti!
gli orchi: musi da sorci, occhi ingordi & braccini corti
            ...ma certe casseforti
                               &   case come conventi
con più di venti servi serbi che servono brandy a dandy trendy dai capelli tinti, che portano fieri riporti di ieri, intramontabili come l'odio per i neri
'sti cristi con visi tristi intrisi di finti risi
                      -Fanculo la crisi!-
   Sono convinti di esser forti e vispi ma
        ... li hai visti?
Barcollano brilli & senza rimorsi  insinuano tarli
              -Gonfiano i conti!
                      -Creano conflitti!
stronzi narcisisti che alle feste taglian teste
tu dimmi, che sia ora di opporsi?
Io scrivo cazzate loro eleggono ministri.
Fottuti fascisti che parlano di diritti
                                        da veri sapientoni,
diritti come i calci da tirarvi nei coglioni.






Un video che vale più di mille parole, soprattutto se le mille parole sono abortite da me in stile rèpposo.

lunedì 1 febbraio 2016

Recensioni buttate lì*


* l'asterisco perchè il titolo completo sarebbe: Recensioni buttate lì senza pensarci troppo su, da uno che di film capisce niente.


Sottotitolo:
Nell'ultima settimana ho visto 4 film, tutti interessanti.







La classe operaia va in paradiso va guardato: è la fotografia della vita dell'operaio milanese dei primi anni 70. Si parla del cottimo, di marxismo, di consumismo, di sindacalisti e di rivoluzionari. Questo film mi è piaciuto perché non fa il tifo per nessuno, anzi, a mio parere ne escono male un pò tutti: i sindacalisti sembrano dei coglioni, gli studenti sembrano dei coglioni, i rivoluzionari anche, gli operai che s'impegnano di più sono dei servi, i fannulloni dei, beh, dei fannulloni.  Petri(il regista) non sta dalla parte di nessuno, ritrae la realtà. Come ha detto lui stesso


« Con il mio film sono stati polemici tutti, sindacalisti, studenti di sinistra, intellettuali, dirigenti comunisti, maoisti. Ciascuno avrebbe voluto un'opera che sostenesse le proprie ragioni: invece questo è un film sulla classe operaia »
(Elio Petri, 1972 [1])










Il posto delle fragole è un gran film.  La giornata di un medico ultrasettantenne, flashback lunghissimi nel suo passato, ragazzi autostoppisti che parlano di teologia e si contendono una bella bionda pazzerella, la novantacinquenne zitella acida madre del protagonista, l'amore, gli affetti, la vita, Passato e presente si fondono, le storie si ripetono si intrecciano, insomma guardalo, bello davvero, intenso.













The Lobster è un film incredibile. Mi ha catapultato in un futuro prossimo distopico che mi ha fatto pensare più ad un universo parallelo , mi ha fatto impazzire, sono andato fuori di testa, un paio di volte mi sono agitato talmente che mi sono trovato a cinquanta centimetri dalla tv, un altro paio di volte mi sono alzato e mi sono messo a camminare per la stanza ripetendo frasi tipo “oh mio dio”, “Cosa sto guardando?” “Geniale, cazzo, assolutamente geniale”. Io l’ho amato. Tante tante grazie a voi che me l’avete consigliato, vi voglio bene,












The interwiev  è una minchiata colossale ma la comicità si Seth Rogen mi ha sempre spaccato. Questo film è un’americanata che ha dentro un po’ di tutto: ci sono le gag idiote, le splatterate, qualche super battuta, dialoghi folli, la droga(immancabile nei film di Rogen) e James Franco è un grande, lui è l’unico che riesce, quando fa queste parti da figo idiota  (tipo il principe in Your Highness) a starmi sulle palle e contemporaneamente a farsi voler bene. Ha ‘sta faccia da schiaffi ma è talmente deficiente che mi butta via. Questo film ha una comicità così ridicola e volgare che a volte ti infastidirà, per questo ne consiglio la visione dopo una bella cannetta resinosa o almeno dopo un paio di belghe strong.

E’ esattamente come Strafumati, Your Highness e Facciamola finita, Un Film Da Fattanza.