lunedì 14 novembre 2016

Canzonetta #1




Avvenimenti violenti  vìolano menti
E votanti ignoranti mostrano I denti,
si vantano i servi! Strisciando serpenti
tra violini avvenenti che stridono vinti.


S’accozzano mucchi di vuoti indistinti
Mucche che gridano slogan fascisti
Istinti egoisti guidano genti
E geni derisi beccano fischi
Uscire allo scoperto comporta dei rischi
..
Ma quali rischi, fiaschi sicuri
Si inizia di nuovo ad alzare dei muri
Difender la patria con facce da duri
“Noi di questa razza siamo i più puri”


L’ignoranza trionfa a mani basse
Basta promettere tagli alle tasse
Se poi non succede chi se ne importa
La mandria feroce ha la memoria corta
Chiede a gran voce una fetta di torta
Pretende la pace, lusinghe di sorta
Sputando in faccia a chi non sopporta


Ah, ‘sti tipi tipici, cervelli stitici
Ancor più viscidi di mici infidi
Occhiate complici e sorrisi agli amici
Missili o simili per i nemici


Nemici di chi, poi?
Che se ti rubano la merda di lavoro che hai
Dovresti solo essere contento,
seguire il vento del cambiamento
e provare a scappare dal casto convento
dove hai rinchiuso i pensieri migliori
Prendere l’odio e sbatterlo fuori
Basta provare a cambiare i colori
Con la merda di ieri concimare i dolori
E dalla merda che eri nasceranno dei fiori




Nessun commento:

Posta un commento