giovedì 26 maggio 2016

Che schifo

Sono fuori. In botta di coca.
Non ne vado fiero. Per niente.
Però è l’una e 44, sono fuori e ho pensato adesso scrivo un post fatto di coca, è da anni che non scrivo un post fatto di coca anzi, probabilmente non l’ho mai fatto. Si, credo proprio di non averlo mai fatto, ma quello che credo in questo momento non ha alcun valore. Allora mi son detto: Scrivo un post fatto di coca, lo butto giù così, flusso di pensieri, domani correggo solo gli errori grammaticali, ed eccomi bocca serrata non batto le palpebre, tachicardia, non ho un gran feeling con la coca, dopo  … - aspetta, voglio della musica classica, come Bukowski, su youtube scrivo Handel, non l’ho mai ascoltato, faccio partire il secondo link: concerti grossi qualcosa, ho la tachicardia sempre mi scoppia il cuore che palle, dicevo che non sono un fan della coca, dopo la cotta iniziale che capita a tutti ho perso interesse, poi no basta non mi va di scrivere più niente son troppo fatto

Eccomi, sono tornato, è passata una settimana, sono sobrio, cioè non proprio sobrio ma almeno non fatto di coca. Sono un po’ brillo, ho ricominciato a bere tutti i giorni, mangio tanto e male, penso troppo, esco spesso ma quasi sempre da solo, passeggio con l’armonica in bocca,  sentire l’acqua scorrere e l’erba tra le dita, guardare le nuvole che corrono mi fa stare bene,il resto del tempo sono depresso. Il giorno mi piace, la sera no. I bar sono noiosi, per conoscere persone interessanti dovrei fare qualche corso. La gente bella, quella non vuota, quella che  s’interessa, va a fare corsi di cose. E’ ovvio, non fa una piega. Al bar vanno quelli che non hanno niente da fare e non vogliono imparare niente, mentre le persone interessanti fanno corsi di cose. Io non faccio corsi di niente, ho corso per niente, “Alle donne piacciono gli uomini taciturni. Credono che ascoltino. (Marcel Achard)”, io parlo tutto il tempo, m’accorgo che non lascio più parlare gli altri, continuo ad interromperli perché voglio parlare io, ho troppe cose da dire e troppo poco tempo per dirle,sono stufo di ascoltare, ci fosse uno che sa quello che dice, uno che cita le fonti, invece solo parole a vanvera. I miei amici non fanno corsi, vanno in palestra, ci sono andato anch’io per tre settimane poi ho smesso, mi faceva schifo, gonfiare i muscoli, che roba da idioti. I miei amici hanno barattoli di proteine, braccia gonfie e petti depilati, indubbiamente scopano più di me, ma chi? Ma perché? Sono sempre nervoso, se non fumo mi strappo i capelli, da domani ho una settimana di lavoro impegnativo, meglio, farò l’ennesima settimana di ramadam, depurare l’apparato digerente, e poi? Ho bisogno di sentire cose interessanti dette da persone interessanti, mi è tornata la gastrite sempre presente, ho lo stomaco bruciato.
E’cccchìo so calabbrèsè, èggià vendicingue anni che sto averrona, ma nn so come fassìo, arreggio calabbria facevo il barrista, lavoravo due tre ore al giorno qua lavorì diegi ore ma come fassìo io non so, che è venticinque anni chessò a verrona, ho perso anghe l’accento e i continua a ciamarme teròn, mi no capisso.

Ho voglia di farmi male, stiparmi di merda, riempirmi di alcool cibo e sostanze finchè non esplodo, non mi riesce di riuscire ad essere almeno qualcosina più di semplice immondizia. Non leggo più e non ho interessi. Non voglio produrre e non voglio lavorare. Non voglio far parte del sistema e non voglio scappare, spero di ammalarmi di qualcosa di brutto, magari di te e non guarire mai.


11 commenti:

  1. Mi è piaciuto tantissimo. Grande finale. E la tua giornata ad uscire da solo a suonare l'armonica in mezzo alla natura è una cosa che mi piacerebbe permettermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bah secondo me il finale è buono ma tutto il resto è uno sfogo di merda di un imbecille comunque grazie.

      Elimina
  2. Risposte
    1. lo sono sempre quando non sono felice.

      Elimina
  3. L'ultima frase vale il tutto.
    Suona che al prossimo giro giuro si suona.
    Saluti moltissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, adesso fai come l'anno scorso, appena vengo a trovarti passi a legggere qualcosa poi non ti si sente più per un anno!
      Ogni ne ho per tutti, mi stanno venendo le mie cose

      Elimina
  4. ecco come i suoi degni caporioni hanno ridotto un cittadino thajano
    Con NOI del
    partito degli under 70.000

    non sarebbe successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra' con tutto il rispetto hai rotto li cojoni co sto cazzo de partito degli under 70.000, me l'avrai linkato quattrocento volte.

      con immutata stima, bill.

      Elimina
  5. Bello bello abbestia. Il male di vivere ci garba sempre. Chissà com'è. Forse ci sentiamo meno soli nella merda.
    Ps. Rendo privato il blog, appena mi approprio di un pc ti inoltro l'invito 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuramente ci sentiamo meno soli nellammerda.

      Mandami l'invito al più presto sennò ci resto malissimo.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina