lunedì 1 febbraio 2016

Recensioni buttate lì*


* l'asterisco perchè il titolo completo sarebbe: Recensioni buttate lì senza pensarci troppo su, da uno che di film capisce niente.


Sottotitolo:
Nell'ultima settimana ho visto 4 film, tutti interessanti.







La classe operaia va in paradiso va guardato: è la fotografia della vita dell'operaio milanese dei primi anni 70. Si parla del cottimo, di marxismo, di consumismo, di sindacalisti e di rivoluzionari. Questo film mi è piaciuto perché non fa il tifo per nessuno, anzi, a mio parere ne escono male un pò tutti: i sindacalisti sembrano dei coglioni, gli studenti sembrano dei coglioni, i rivoluzionari anche, gli operai che s'impegnano di più sono dei servi, i fannulloni dei, beh, dei fannulloni.  Petri(il regista) non sta dalla parte di nessuno, ritrae la realtà. Come ha detto lui stesso


« Con il mio film sono stati polemici tutti, sindacalisti, studenti di sinistra, intellettuali, dirigenti comunisti, maoisti. Ciascuno avrebbe voluto un'opera che sostenesse le proprie ragioni: invece questo è un film sulla classe operaia »
(Elio Petri, 1972 [1])










Il posto delle fragole è un gran film.  La giornata di un medico ultrasettantenne, flashback lunghissimi nel suo passato, ragazzi autostoppisti che parlano di teologia e si contendono una bella bionda pazzerella, la novantacinquenne zitella acida madre del protagonista, l'amore, gli affetti, la vita, Passato e presente si fondono, le storie si ripetono si intrecciano, insomma guardalo, bello davvero, intenso.













The Lobster è un film incredibile. Mi ha catapultato in un futuro prossimo distopico che mi ha fatto pensare più ad un universo parallelo , mi ha fatto impazzire, sono andato fuori di testa, un paio di volte mi sono agitato talmente che mi sono trovato a cinquanta centimetri dalla tv, un altro paio di volte mi sono alzato e mi sono messo a camminare per la stanza ripetendo frasi tipo “oh mio dio”, “Cosa sto guardando?” “Geniale, cazzo, assolutamente geniale”. Io l’ho amato. Tante tante grazie a voi che me l’avete consigliato, vi voglio bene,












The interwiev  è una minchiata colossale ma la comicità si Seth Rogen mi ha sempre spaccato. Questo film è un’americanata che ha dentro un po’ di tutto: ci sono le gag idiote, le splatterate, qualche super battuta, dialoghi folli, la droga(immancabile nei film di Rogen) e James Franco è un grande, lui è l’unico che riesce, quando fa queste parti da figo idiota  (tipo il principe in Your Highness) a starmi sulle palle e contemporaneamente a farsi voler bene. Ha ‘sta faccia da schiaffi ma è talmente deficiente che mi butta via. Questo film ha una comicità così ridicola e volgare che a volte ti infastidirà, per questo ne consiglio la visione dopo una bella cannetta resinosa o almeno dopo un paio di belghe strong.

E’ esattamente come Strafumati, Your Highness e Facciamola finita, Un Film Da Fattanza. 

16 commenti:

  1. la classe operaia np
    il posto delle fragole ****
    lobster **1/2 (secondo me nella seconda parte si perde un po')
    the interview ** (meno peggio di quel che credevo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao.
      Scusa ma che diamine vuol dire Np?? No problem?

      Su The Lobster, se vogliamo vederlo in chiave critica ha molte situazioni abbozzate e non adeguatamente spiegate ma io l'ho guardato lasciandomici trascinare dentro, l'ho guardato esattamente come ho guardato Tideland, infatti li ho amati entrambi.
      Infatti molti odiano Tideland.
      E scommetto che molti (stronzi) odieranno The Lobster.

      Elimina
    2. np = non pervenuto (non l'ho visto)

      (e non ho mai visto manco tideland mi sa...)

      Elimina
    3. Dai fa un piacere, guardati Tideland
      ma guardalo "con gli occhi di un bambino" come mi ha chiesto di fare Terry Gilliam nell'introduzione al dvd del film.

      Elimina
    4. ora dirò una cosa molto impopolare ma non è che gilliam mi esalti troppo. i suoi film partono sempre bene per poi buttarsi via a poco a poco. cmq me lo segno, grazie per la dritta : )

      Elimina
    5. Ah beh Tideland è esattamente così.

      E' che io sono di parte, Gilliam non è (per quel poco che ne so) un regista incredibile ma sono innamorato del suo modo fiabesco di fare film.
      A parte le dodici scimmie che di fiabesco non ha niente ma è comunque incredibile.
      Per dirla grossa, a me è piaciuto anche Parnassus che non è piaciuto a nessuno.
      E poi scusa, Brasil??? La leggenda del re pescatore??

      Elimina
  2. Il posto delle fragole un Capolavoro, Lobster ancora mi manca, su Interview siamo sulla stessa linea d'onda.

    La classe operaia devo averlo visto una volta ventimila anni fa, e non mi ricordo un cazzo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The Loster fattelo, sono molto curioso di sentire che ne pensi

      Elimina
  3. Sapevo avresti apprezzato The Lobster. Belloabbestia. Geniale sul serio.
    Il Posto delle fragole è splendido, ma io fo poco testo visto che Bergman è un mio mito.

    RispondiElimina
  4. Sto scaricando "il settimo sigillo", se hai altri suoi film da consigliarmi fatti avanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi inserisco senza pietà dato che condivido il parere di Evey. (Il posto delle fragole spacca)
      Ma assolutamente vedi L'ora del lupo. In seconda battuta consiglio Persona.

      Per the lobster, non mi è piaciuto così tanto come è piaciuto a te, ma almeno ha inserito una nuova idea e l'analisi delle relazioni è stata portata così tanto all'estremo da risultare originale.

      Elimina
  5. Adoro Seth Rogen.

    Ti manca 50/50, dove é, al solito, memorabile, e in coppia con un altro attore magnifico.

    Mi cerco "The interview"!
    Devo vederlo :))

    RispondiElimina
  6. 1. Elio Petri spacca. Guarda se non hai già visto: la decima vittima (fuorissimo), indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, todo modo. Per me sono tre film geniali! 2. Il posto delle fragole visto troppo troppo tempo fa, e Comunque di Bergman mi ricordo solo il tipo che gioca a scacchi con la morte davanti al mare. 3. Figo senza ombra di dubbio. 4. Non ho visto... Ma ti appoggio Terry Gilliam è un grandissimo! Mi manca il suo ultimo, quello superdistopico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lady ti amo, sposiamoci su una spiaggia in America latina.

      L ultimo di Gilliam lo sto scaricando.
      Su Petri ok, provvederò.

      Elimina
    2. Billee io sconsiglio a tutti di sposarmi! ;-)))

      Elimina
    3. ma così tanto per..
      matrimonio in spiaggia, coca, rum, ganja, oceano, ombrellini nei beveraggi, sesso a profusione con le scimmiette che ci guardano, poi ti riporto a casa.
      Ma non tipo sacco dell'immondizia, direi più conservando per sempre un meraviglioso ricordo in un angolo del mio cuore.
      Poi, se dici, facciamo uguale senza matrimonio.
      Oggi scrivo male, che sto leggendo Welsh, mi butta via.

      Elimina