giovedì 25 febbraio 2016

La fantastica storia di Geebs e i suoi amici animali

Geebs se ne va a zonzo per la Bomdamwijiana natural reserve sballottando qua e là il suo gigantesco deretano. Geebs è bello grande, e ha un grosso corno d’avorio -abbastanza scomodo, mi dicono fonti attendibili- piantato al centro della faccia, ‘sto corno, tra l’altro, pare che prosegua all’interno della scatola cranica Di Geebs, rubando spazio al cervello che, di conseguenza, non può essere molto sviluppato. Per questo Geebs è molto molto stupido. Ma questo è palese, visto che è un rincoceronte. Vabbè Geebs se ne sta andando a zonzo per i fatti suoi quando due tizi lo fermano, uno è un pelosissimo ragnorante col fare da gangster che gli fa: Uèèè uagliò cuu culu grassu, cam uid as. Ce shta nu fètt-èss contèsht.
Geebs lo guarda coi suoi occhietti letargici senza aver capito nulla e senza riuscire a pensare nulla da dire ma l’altro, non il ragnorante, l’altro, un grosso viscido boa verde militare che sembra un pezzo grosso, probabilmente un Serpentenente, gli sibila: “ sssssss una gara di culi grossssssi… puoi vincere, sssss   guardami negli occhi, ssssssenti la ssssssstanchezza dell’anima pesante sssssss – il serpentenente ha una skill per cui può ipnotizzare i rincoceronti, ma solo loro, no gazzellefanti né gazzelefantini* che , pensaci bene, suonano simili ma sono molto diversi e si, insomma, non può ipnotizzare niente a parte i rincoceronti e toh, fatalità mariavèrgine no ghe credo, Geebs è un rincoceronte-
Ora Geebs è sotto ipnosi e viene guidato dal ragnorante partenopeo mafioso e dal serpentenente ipnotizzarincoceronti alla spiaggia bianca ma anche un po’ sassosa di cocacabana dalla quale si può vedere il meraviglioso vulvulcano che errutta, ma giunti lì i nostri eroi scoprono che, ahimè, non c’è nessun fat ass contest, quell’avvoltatoio li aveva mentiti a tutti, disse il ragnorante, su quella spiaggia bianca non ci sono culoni giganti, né giurie e nemmeno platee di spettatori incuriositi. C’è solo un gruppetto di salamalandre piccanti sugli scogli, due gayroni che fanno il bagno spruzzandosi l’acqua addosso mentre emettono acuti gridolini  e un grosso poopotamo che prende il sole ricoperto di olio di spalma di cocco. Qui entra in scena, inaspettato, impetuoso, prepotente, Simone il pandabbestia co’ ste occhiaie paura zio, gli occhi gialli fegatospappolato e sta super tuba di bambuù fumante su un lato della bocca, cresta tipo criniera di leone fino davanti sul petto color rosa e blu elettrico shocking fulminante, braccio destro tatuato, un tribale con in mezzo vin Diesel che si succhia il cazzo da solo, stivaloni tipo trekking sulle alpi – siamo a cocacabana, ricordo-  una catena borchiata avvolta intorno alla mano destra, alla quale sono legati tre guinzagli: tre bestie feroci davanti al pandabbestia fulminato: c’è un Rottwhimmler vestito da militare, un Chihuahuawei coreano cogli occhi giganti rossi forse sparano laser cazzo ne so,  poi c’è sta roba accartocciata da un lato tipo fico d’india meno bello, sembra un incrocio, mah, la butto lì, un Dobeerman doppio maltese? . Non si saprà mai. Il segreto è morto con Jhonny paffuto il 23 maggio 2023 a Ponteluggioli (Pv) ma questa è un’altra storia.
Il pandabbestia irrompe sulla scena: “IL CAZZO IL PISCIO LE PALLE!!!!, Io ho fatto tipo boh seimila chilometri per venire qua a Cocabanana per vedere un fat ass contest e ora voglio vedere un fat ass contest. TU!!!! COSA MERDOSA SPALMATA DI MERDA BIANCA, COSA CAZZO SEI? “  Intanto il Rottwhimmler  punta il poopotamo e gli fa il saluto nazi, il chihuahuawei è una bestia inferocita, sbava robaccia bluastra, è chiaramente pronto ad attaccare.
Jerry Jefferson Secondo risponde subito: “Un poopotamo, signor panda abbestia”.
“VISTO? IL CULO, LA FIGA! LO SAPEVO CHE ERI MERDOSO! VIENI SUBITO QUI, TIRA FUORI IL TUO CULONE.”
Jerry Jefferson Secondo obbedisce subito all’ordine e intanto il chihuahuawei s’è impallato o ha la batteria scarica chessò, fatto sta che non si muove più. Il poopotamo tira fuori il culo mentre il Serpentenente fa amicizia coll’incrocio che pensavo fosse un dobeerman ma ora scopro essere Pastoreste, un vecchio pastore maghremmano che pascola sé stesso wow, premio skill vincente! Simone il Pandabbestia frattanto(esiste?)  si rivolge a Geebs: “TETTE DURE!! CAZZONE! Anche tu, rimboceronte, vieni qui e tira fuori il culo vicino al coso merdoso, qua. Da bravi, fuori le chiappe per il pandabbestia, e facciamo sto fat ass contest de costasantana”
A Quel punto Matte-etto si era addormentato da un pezzo e Nonno Bepyn andò in cucina e si preparò un gustoso, meritatissimo jollone, interrompendo così il racconto. Proprio come io l’ho interrotto ora.
Si dice che anche nonno Byron Stuarturo, che sarebbe il nonno del nonno Bepyn, gli avesse raccontato la stessa storia interrompendola nello stesso punto.
Che sia una coincidenza? E se Matte-etto fosse mio nonno? E anch’io, … vabbè … E se la ganja stesse inesorabilmente allentando la sua dolce presa sulle mie tempie ossute? Ok, ne sono venuto fuori, ma mi è piaciuto molto.




*ovviamente i primi, come dice il nome stesso, sono delle coraggiose gazzelle soldato sempre pronte ad andare in prima linea contro qualsiasi nemico mentre i secondi sono piccoli elefanti saltellosi e particolarmente agili. Scusate.

4 commenti:

  1. E invece svariate idee mi sono piaciute. In particolare il tatuaggio con vin diesel.
    Bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      considerando che l'ho buttato giù in mezzoretta sfumacchiando e le idee mi son venute tutte una dietro l'altra mi ritengo molto soddisfatto!
      Poi ho dovuto rileggerlo quattro cinque volte per dargli un pò di continuità, renderlo scorrevole e aggiustare tutto lo schifo.

      E considerando, soprattutto, che questo scritto è nato perchè ero strafatto e mi son detto " no, fanculo. Non accedo la tv. è il male. Proviamo a scrivere qualcosa." sono ancora più contento.

      Elimina
  2. Ottimo materiale per una graphic novel alternativa.

    O un cortometraggio animato.

    Oppure un film con Seth Rogen e James Franco.

    L'ho bevuta, non letta.
    Mi é piaciuta.

    RispondiElimina
  3. Caro Bill, tutto d'un fiato comunque, e non è facile... il finale da un senso di sollievo, perfetto il suo tempismo. Apprestiamoci

    RispondiElimina