martedì 12 gennaio 2016

Oggi è stata una giornata felice


In  questo periodo per lavorare mi devo svegliare alle 4 e 45, sono praticamente sempre in debito di sonno quindi mi ero ripromesso che oggi pomeriggio dopo il lavoro avrei dormito almeno un’oretta ma quando sono uscito dalla fabbrica c’era sole dappertutto!
Allora ho deciso di fare un giro in centro, e mi sono anche reso utile! Ho portato con me un amico che altrimenti avrebbe oziato tutto il giorno ed ho accompagnato un’amica in un paio di agenzie interinali.
Poi abbiamo passeggiato tanto, ho visitato una libreria super nascosta che non conoscevo e ne ho scoperta un’altra, che mi tengo per la prossima passeggiata in centro. Ho scoperto anche un paio di locali carini in cui in futuro passerò a bere qualcosa… oggi ho bevuto solo una birra! Fantastico. Sto andando benissimo: ho smesso di fumare sigarette, diminuito le canne e ridotto sensibilmente l’alcool. Sia chiaro, quando sono in giro ho praticamente sempre voglia di farmi una birretta o un bicchiere di vino, ma riesco a non farlo.
E oggi, mentre passeggiavo con in mano un sacchetto con due libri appena comprati, ascoltando i miei amici che chiacchieravano, col sole basso, dietro le nostre teste, che lanciava un’accecante, magnifica scia di luce lungo i ciottoli davanti a noi e una piccola striscia degli edifici ai lati della via, come a indicarci la strada da seguire, è arrivata: la felicità. C’è stato un momento in cui ho realizzato che mi sentivo benissimo, che ero felice. Ma non l’ho solo realizzato, l’ho proprio sentito dentro! L’ho anche detto agli altri: Beh, in questo momento sono proprio felice, così gli ho detto. Gli ho anche detto che non mi capita spesso o qualcosa del genere. Non so neanche perché ero così felice, è stato un insieme di cose: le persone giuste, il sole che è tornato a splendere dopo settimane, i libri che avevo comprato, il fatto che mi sento(tuttora, la cosa sta durando) meno coglione del solito, boh. E’ stato molto bello, è stato un momento che vorrei riuscire a ricordarmi per sempre, così quando sono triste depresso malinconico lunatico posso pensare a quella volta in cui ho sentito la felicità passarmi attraverso come una saetta arcobaleno, rinvigorendomi l’anima.









Proprio non me la sento finire un post con “rinvigorendomi l’anima”

 A lavoro mi hanno chiesto se sono veramente veronese. Perché parlo in italiano invece di parlare in dialetto come fanno tutti qua dentro? ho chiesto io. No, mi ha risposto la signora, hai un accento strano.
L’accento strano in realtà è un’assenza di cadenza. Sono veramente orgoglioso della mia assenza di cadenza.
Il mio parrucchiere dice che quando parlo si sente che leggo. Trovo che sia una cosa bellissima.

Tipo che mi rinvigorisce l’anima.







Bando alle ciance, la prossima volta che devi fare qualcosa tipo lavare i piatti o pelare le patate, metti su questo disco. Lo adoro. Uno dei migliori album mai incisi. 

13 commenti:

  1. Risposte
    1. sul serio, poi fammi sapere che ne pensi

      Elimina
    2. ne penso bene, anche se ho rotto un bicchiere ;)

      Elimina
  2. In te hai energia, ma l'energia è circondata da macigni di negatività che non le permettono di manifestarsi. Una volta rimossi questi macigni tornerai a scorrere meravigliosamente e saranno sempre giornate felici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gesù fra, quando fai il serio sei meravigliosamente sentimentale.

      Elimina
  3. Sono proprio belli, certi momenti.
    Rinvigoriscono l'anima. ;)

    RispondiElimina
  4. E il veneto è proprio difficile da levare... Si attacca come le cicche sotto le suole. Un disastro.
    Goditeli questi momenti di felicità, che durano un cazzo. Il tempo di rinvigorire l'anima e poi passano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eccheccazzo, subito a riportarmi coi piedi per terra??

      Elimina
  5. e fu più o meno in quel momento che Spud, Sick Boy e io prendemmo la sana, motivata e democratica decisione di tornare all'eroina al più presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaaaahhhhhhhh magne sei schifoso!!!

      Elimina
  6. Fai bene a ridurre l'alcol...
    però alla fine credo risulti più faticoso ridurlo che abolirlo
    completamente!

    RispondiElimina
  7. Bill a cosa è dovuto il cambio di rotta (che condivido e sostengo a distanza)?
    Bel momento, in ogni caso. Io è parecchio che non ne vivo così (ma ci stiamo lavorando, giuro).

    RispondiElimina