venerdì 22 gennaio 2016

Come un pervertito

Oggi ho annusato un libro. Come un pervertito, mi ci sono avvicinato lentamente e gli ho dato una sniffatina alla copertina.  Sono rimasto un attimo a guardarlo e poi l'ho spalancato con forza verso la metà, ci ho ficcato dentro la faccia ed ho aspirato a pieni polmoni.
poi ho riso ed ho iniziato a scrivere questo post e a questo punto  la storia si è sovrapposta alla scrittura e in pratica ora sto scrivendo di me che scrivo di me che sto scrivendo di me che scrivo di me che scrivo che sto scrivendo di me vabbè ciao.

5 commenti:

  1. Ed io, che sono perfettamente riuscito a comprenderti, sono decisamente più pervertito di te. Grazie per la delucidazione amico mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo, non avevo dubbi su chi fosse il più pervertito tra i due. Però mi batto bene!

      Elimina
  2. sniffare pagine di libri a me non è più concesso
    tutta colpa della rinite allergica che mi perseguita dal tempo dell'adolescenza

    RispondiElimina
  3. ... che mio padre comprò ...

    RispondiElimina
  4. Sapessi le cose che sniffo io(e non intendo sostanze prettamente stupefacenti)....

    RispondiElimina