martedì 8 dicembre 2015

Film dell'anno

Ho fatto abitudine alla tua incomprensione. Ho sempre desiderato che qualcuno mi comprendesse, ma forse bisogna cercar di vivere così, senza che nessuno ti capisca. Forse è peccato desiderare d’essere compresi.
Il re della pioggia - Saul Bellow


The ABC’s of Death è un film del 2012 ed è anche il Miglior film che ho visto nel 2015, anzi, non è un film, è un insieme di cortometraggi, 26 come le lettere dell’alfabeto, girati da registi di 26 nazionalità diverse. Alcuni corti sono proprio brutti, altri incredibili, horror, splatter, roba d’animazione, roba coi burattini tipo Tim Burton old style, ironia, dramma, schifo e tante tante tante provocazioni come piacciono a me.
Di base sono sull’horror e, ovviamente, il tema ricorrente è la morte.
Non potete immaginare la mia sorpresa quando, qualche istante fa, cercando informazioni sul film, ho scoperto che quello che ho visto è The ABCs of death 2, del 2014.
Vado a procurarmi il primo.

Comunque non avere troppe aspettative, i corti brutti sono più di quelli belli, ma quelli veramente inguardabili sono solo due o tre, la maggior parte degli effetti speciali fanno schifo, ma i corti belli sono proprio belli, quindi vale la pena guardarlo tutto.
Penso tu lo possa vedere, scena per scena, su Youtube. E non fare la testa di cazzo, guardalo in ordine. E' il mio regalo di natale.
Intanto, a mo' di spot, gustati il quinto corto: E for Equilibrium


1 commento:

  1. Grazie Bill Lee. Prendo nota! Peccato solo che dovrò guardarmelo senza compagnia :\ che messa così sembra quasi un: "Ah... che caldo fa... eh... sai Bill... sabato sera i miei non ci sono, sono a casa tutta sola... eh... chissà se troverò qualcuno interessato a stare a casa con me..." mentre in realtà è un: "Sono messa così male che il mio compagno si rifiuta di guardare certi generi e me li devo guardare sola". Uff....

    RispondiElimina