martedì 3 novembre 2015

E' duro il modo in cui mi osservi stare solo

Oggi non c'è molto da dire, meglio stare zitti ed ascoltare:


...chi ti loda e ti ammira
è il nuovo e falso profeta.
Complimenti per gli amici, ma quanti te ne fai?
Mille i modi in cui sorridi
ma poi non ridi mai
non ti vergogni di mostrarti nuda
come una cipolla che non sa far piangere?
è duro il modo in cui mi osservi stare solo

sai che  poi non te lo puoi permettere.
I dischi che non capirai
I libri che non leggerai


Le citazioni ti sorprendono
le variazioni ti confondono
Oscar Wilde, Sonic Youth
Motorpsycho e Mallarmé.
E non soffro se mi sento solo,
soffro solo se mi fai sentire dispari





I marta sui tubi al momento sono il miglior gruppo italiano. Indubbiamente. Se poi non sei d'accordo fa lo stesso.


Poi , già che ci siamo, rispolveriamo una collaborazione importante: Caparezza Feat Angelo Branduardi: La sassaiola dell'ingiuria.
Di solito odio le basi dei pezzi di Caparezza, soprattutto quelle dei primi dischi, stranamente però questa mi piace,  il testo invece spacca come sempre.


Mi piace sapermi diverso, piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi, nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi, che cosa c'é da aspettarsi da chi come me non sa adeguarsi a sette, mafiette, etichette e se tutti fanno lui smette?

13 commenti:

  1. I Marta sui tubi li conosco poco, ma quel poco mi piace. Anche se prediligo i Ministri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evey sii gentile, approfondisci i marta. Musicalmente sono molto vari e moolto bravi, poi il cantante scrive bene e canta ancora meglio.

      I ministri non mi fanno impazzire, son troppo indie, gli manca quella pazzia, quellla follia che invece erompe prepotente da qualche pezzo dei Marta, tipo Il giorno del mio compleanno:

      https://www.youtube.com/watch?v=z2UGDUyFUIM

      Elimina
    2. A un certo punto mi accorsi che non ero mai stato felice
      E i fiori che avevo colto nei campi di mezzo mondo erano già tutti quanti appassiti
      Mi tolsi le scarpe e ammirai il loro sozzo candore
      Tra le stelle e gli archi di un inutile pavimento bagnato
      Cominciai a vomitare
      E i raggi dell'arcobaleno decisero di venirmi a trovare furiose schegge di savità attrezzata, tutto questo a un solo passo dal mio scettro
      Un giorno sarò Re, un illuminato Re!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    3. Li approfondirò di certo. Ma te dalla un'altra chance ai Ministri. Pezzi come "il bel canto", per esempio. Oppure "due dita nel cuore" o "mammut". Poi sappimi dire ;)

      Elimina
  2. allora: intanto grazie perchè mi hai suggerito tre canzoni molto diverse tra loro.
    Due dita nel cuore, musicalmente, non mi piace proprio, anzi mi annoia.
    Mammut è quella più nelle mie corde, sempre musicalmente parlando.
    Il bel canto è particolare, interessante. E' l'unica che mi ha veramente colpito, e l'ho scaricata.

    Ora ne ho ascoltata qualcun'altra tipo vestirsi male.
    I testi sono interessanti, niente da dire. Ma non è scattato l'amore. Proverò a coltivarlo.
    Ti ho scritto su Anobii, dacci n'occhiata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letto. Ti anticipo che quel libro lì mi è piaciuto parecchio, fin da come è strutturato. Ma ti risponderò in maniera più approfondita.
      Ps. Il bel canto, insieme a Noi fuori, Idioti e Berlino3 è tra i miei pezzi preferiti. Soprattutto per i testi, a me piacciono parecchio. E nello scenario della musica italiana al momento sono mosche bianche. Tra l'altro son stata al loro live del 23 ottobre a Roma e ho sentito i Pan del diavolo che son fighi, non fosse per le basi registrate sotto.

      Elimina
    2. I pan del diavolo sono "ascoltabili".
      A parte "pertanto" e "Coltiverò l'ortica" che sono qualcosa di più!

      Elimina
  3. A volte si,meglio stare zitti e ascoltare buona musica.Decisamente.

    RispondiElimina
  4. dei MST mi piace qualcosa, non tutto.
    adoro "la spesa".

    ministri e verdena sono i miei italiani preferiti, al momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. impossibile farsi piacere tutto, la spesa è anche una delle mie preferite. Il monologo introduttivo è qualcosa di incredibile.
      Tra l altro nel disco sushi e coca, oltre alla traccia "la spesa" c'è anche un racconto breve chiamato la spesa2, sempre roba interessante. Almeno così mi par di ricordare.

      Elimina
  5. Bill, ma non è che mi ascolti un pò troppa roba radical-alternativa!? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. James non è che t'interessi troppo di film e troppo poco di musica??

      Dai su, per te, sempre dei Marta, consiglio Cinestetica e Al Guinzaglio, che sono veloci e ti attivano. Ascoltale e ama i marta anche tu.

      Seriamente, tu ascolti musica italiana contemporanea commerciale/famosa/pop? Cosa? Laura Pausini? Max Pezzali? Dai non farmi incazzare. ;-)

      Elimina