venerdì 2 ottobre 2015

Te l'ho detto che sogno cose pazze



Oh gesù santissimo, è notte, c’è scuro, come in ogni sogno che si rispetti, sono in questa specie di festa, sembra di essere in un campeggio,  ci sono piccole casette basse qua e là, sentieri stretti, giardini vari, prati, cespugli, gruppi di persone dappertutto, gente che balla (ma non c’è musica), gente sbronza, me ne vado in giro a piedi, sono con una ragazza carina, capelli lunghi e neri, immagino sia la mia fidanzata. Ad un certo punto perdo la ragazza (essere in compagnia e poi ritrovarmi improvvisamente solo mi capita spesso, nei sogni) ma incrocio il mio vicino di casa, è sbronzo e ci sta provando con una tipa molto bella, le chiedo di mia morosa, mi indica un punto. Corro là con un atroce presentimento, giusto per vedere la mia mora che spunta da una collinetta con un altro tipo, faccio i dieci metri che ci separano e il tizio non c’è più, prendo lei per un braccio “che cazzo fai?”, lei inizia a giustificarsi e d’un tratto compare un uomo dietro di me, uno con una faccia di merda, che si mette tra noi due come volesse controllare la situazione o fare da paciere, chiede se ci sono problemi, io dico alla mia donna che è meglio andare, lei mi dice “no, ho la mia roba” e intanto l’uomo le passa una siringa per farsi una pera. Sono sconvolto, le grido di venire via da quella merda, nel frattempo arriva sto gruppo di coglioni tossici, saranno in quindici, lei sorride beata, non vuole venire con me, vuole starsene qui a galleggiare emotivamente nell’ero, i tossici m’insultano e uno mi lancia dietro una siringa, inizio a correre giusto in tempo per vedere che tutti gli altri mi stanno lanciando siringhe, una mi s’infilza nella giacca. Scappando la tolgo e mi accorgo che sono stato ferito di striscio. Ecco, porco il dio, ora ho l’hiv.
Sono in quello che immagino sia il mio appartamento, entra in casa la madre della mia ex ragazza e io mi ritrovo nella sua camera ma lei non c’è, al suo posto c’è, non so perché, josh, che sta girando una canna.
“non puoi fumare qua, non è la tua stanza”
“frega un cazzo”
“dai josh, o vai fuori o vai nella tua camera”
Josh s’accende la canna mentre noto che la porta da cui sono entrato è aperta, ecco, ci sono i cazzo di ladri (altra cosa che sogno spessissimo, anche se, nel mondo vero, non ho molta paura dei ladri), infatti dietro l’angolo vedo due individui veramente poco raccomandabili, scappo dalla finestra e Josh, come cazzo fa ad esser già qua, è su una moto che mi aspetta, (le parti che non ricordo le sto un po’ romanzando) salgo dietro di lui che parte a bomba e mi accorgo di avere una pistola in mano, Josh sfreccia tra una folla di persone, sono i tossici che hanno tentato di lapidarmi a siringate e mi hanno rubato la morosa iniziandola all’eroina, io vedo tutto al rallenty, ho il tempo di prendere la mira e sparare agli stronzi tossici, al figlio di puttana che ha dato la siringa alla mia donna passiamo talmente vicino che riesco ad appoggiargli la pistola in faccia prima di sparargli. Tirare rivoltellate a destra e a manca mi gasa un sacco.
Andiamo ancora un po’ in moto poi siamo in montagna, in un sentiero stretto e ghiaioso, sono a piedi, solo, c’è una specie di volto di pietra dal quale si accede ad un edificio, ecco, porco cazzo,  ad occhi e croce sono nella tana dei tossici, loro sono riuniti in una stanza, li vedo da una vetrata, prendo un specie di mitra enorme da non so dove e, frantumando la vetrata sparo una di quelle mitragliate da John Rambo e colpisco un sacco di gente ma non ho ben capito se i cattivi risorgono o sono infiniti, fatto sta che non finiscono mai,
non ho più il mitra e sono nascosto dietro un divano, un tizio mi nota ma a quel punto mi ricordo che ho l'hiv quindi posso diventare invisibile, mi basta pensarlo. Bim, sono invisibile, gli stronzi mi girano attorno senza vedermi. Di cosa stanno parlando? Stuzzicadente? Cazzo! Lo stuzzicadente che ho in bocca non è invisibile! E i vestiti si, va te a capire come funziona sta cazzo di roba! I tizi ricominciano a spararmi ma i colpi mi attraversano, cos’è? Sono invisibile e intangibile e invincibile?  mi son rotto il cazzo, decido di svegliarmi.

Una delle cose che mi rende una persona fantastica è la skill risveglio:
da piccolo facevo molti incubi e quando le cose si facevano pesanti cercavo di svegliarmi e provandoci e riprovandoci ho trovato il modo di riuscire a destarmi dal sonno a comando. Quando un incubo diventa troppo brutto mi basta concentrarmi e riesco a svegliarmi. Sul serio.

A pensarci mi sembra una cosa stradifficile, riuscire a dire al tuo cervello dormiente che deve attivarsi, però, boh, a me viene easy. Sono l’unico che ci riesce o è una cosa normale?

3 commenti:

  1. è buono come sogno
    il fatto della presenza femminile non deve preoccuparti è solo dimostrazione della tua necessità di sposarti per il rimedium concupescienzae
    finché non mi vedrai apparire nei tuoi sogni puoi star tranquillo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo sia dovuto al fatto che non riesco a visualizzarti sennò saresti già nei miei sogni di sicuro.
      Saresti uno che va in giro con la fascia da sindaco a cercar di sensibilizzare il bobbolo tajano

      Elimina
    2. La parte dei tossici che cominciano a tirare siringhe non so perché ma mi ha fatto piegare.
      Favoloso.Comunque anche a me a volte capita,di rendermi conto di sognare e a volte in situazioni pesanti mi è successo di decidere di svegliarmi.Ma non mi succede spesso,di solito non mi rendo conto o a volte mi capita di rendermi conto di essere in un sogno ma non riuscire a svegliarmi,di sentirmi come intrappolata.
      Strange.

      Elimina