sabato 6 giugno 2015

Sono la luce del mondo, conosco la verità, give me Ganja and i shot sentences.

Il problema è questo. La gente che ha voglia di informarsi ascolta i Baustelle e Le luci della centrale elettrica, quelli che pippano ketamina ascoltano i Nofx.
Dovrebbe essere il contrario.
Dai, cazzo, usa il cervello, figlio di puttana.
Hai presente "io non mi sento italiano" di Gaber?
Gran pezzo, uscito nel 2003. Quasi dieci anni prima con "Don't call me white" i Nofx lanciavano lo stesso identico messaggio. In modo un pò più energico.
Ci siamo? Se negli anni 60 c'erano Dylan e De andrè poi i cantautori sono diventati bleah
I cantautori al giorno d'oggi sono Simone Cristicchi e la gente che va ad Amici di maria de filippi.

I nofx sono i cantautori dell'era moderna. E' dal fottuto 1983 che vanno in giro a suonare punk  parlando di politica (Ascolta You're Wrong, la loro unica canzone senza batteria), di povertà, di dipendenze(i'm an alcoholic, ), cantando di alcolizzati e prostitute, battendosi contro le religioni(tipo Blasphemy), L'industria discografica (Dinosaurs will die) )e le guerre (War on errorism - 72 hookers).
Se una volta c'era "bocca di rosa" oggi abbiamo "Lory Meyers",
"Lisa e Louise" è in favore dell'amore omosessuale, "Drugs are good", "Heroijuana" contro la demonizzazione delle droghe leggere.

Insomma dai, eccheccazzo, non devo mica dirtelo io, ascolta i nofx.

Fat Mike, il cantante del gruppo, ha scritto un musical punk "HOME STREET HOME ", che è stato interpretato dai Nofx stessi con la partecipazione di altri punkettoni alcolizzati tipo i Mad Caddies, i Dropkick Murphys i The Real Mckenzies, i Lagwagon e un sacco di altri tizi e tizie.

Il musical non è molto "impegnato", però è un sacco divertente.
parla della vita di tizi scoppiati che diventano dei punk. Alcuni hanno storie di abusi, altri leccano buchi del culo per 50 sacchi, magari la gente pensa che siano dei miserabili falliti ma loro stanno bene così, solo liberi, sono felici,
sono punk.

In esclusiva per te, mio lettore appassionato, il pezzo numero 4 che, in uno stile country più che appropriato, narra la storia di un poveretto che è dovuto diventare punk per circostanze di forza maggiore, in quanto la madre alcolizzata l'ha messo al mondo con la sindrome alcolica fecale (fetale?)
She stay drunk so he's a punk with a retarded brain.







 have a hard time talkin’ sentences
my mind’s on constant roam
that’s because my mother drunk when i was in her womb
now I got diagnosed with fecal alcohol syndrome
my mother gave me shit for brains and fucked up chromosomes
his mother gave him shit for brains and fucked up chromosomes

now all I hear from people is that i’m not very smart
the vodka didn't affect my kidneys, liver, or my heart
it seeped through the umbilical and crossed every membrane
she stayed drunk so I'm a punk with a retarded brain
she stayed drunk so he's a punk with a retarded brain

she started with mimosas and finished with merlot
the wine turned into whiskey to cigarettes to pot
and then she moved to opiates then methamphetamine
ooh she stayed wasted I got stuck with a sub average brain
she got wasted he got stuck with a sub average brain

my favorite baby bottle was kahlua and breast milk
but when I turned to toddler she gave me gin and juice
now I can mix my own drinks zambuca and champagne
I was a newborn alcoholic with a fermented brain
a newborn alcoholic with a fermented brain

it was a fecal alcoholocaust
and I would have done the same
it was a fecal alcoholocaust
and he would have done the same

yeah ... alright
yo seriously lets go to the bar, its down this way man

Nessun commento:

Posta un commento