mercoledì 17 giugno 2015

Raccontandomela

E’ terrificante aver voglia di scrivere e non sapere di cosa parlare.
Potrei parlarti di gatti, o spiegarti perché DFWallace è un genio, ma magari ti racconto di Josh.
Josh è lì nel parcheggio della stazione, t shirt verde, giacchetta leggera, jeans larghi ed etnies, e gli scappa la cacca. Vicino a lui un ragazzo magro, brutto, sporco, con una felpa incrostata e i pantaloni slavati, insomma un tossico, si aggira titubante e, quando vede avvicinarsi un anziana signora che si trascina lenta tenendo per mano la nipotina si avvicina a loro, poi indietreggia e resta un po’ a guardare l’anziana che nel frattempo si è accorta di lui ed è visibilmente agitata e spaventata.
La signora cerca, per quanto le è possibile, di allungare il passo, il tossico si avvicina a lei, alle spalle, a quel punto interviene Josh che, rivolto al tossico, chiede “Hai bisogno di qualcosa?”
Il tizio resta un po’ spiazzato poi dice che si, gli servono soldi, gli manca un euro e cinquanta per comprarsi il biglietto del treno.
“Ok dai, te lo do io un euro e cinquanta però andiamo insieme a prendere il biglietto”.
Il tossico prova ad opporsi, cerca di farsi dare i soldi ma Josh lo convince ad andare insieme.
…Davanti allo sportello una lunga fila di persone.
Il tossico ci riprova: “Dammi i soldi dai, mi arrangio io per il biglietto, c’è da aspettare tanto”
Josh si rifiuta, il tossico perde la pazienza, alza il tono, Josh gli dice “lo so che cazzo ci vuoi fare coi soldi”, il tizio s’incazza e allora Josh se ne va lasciandolo lì.
A Josh scappa ancora la cacca.
Quindi entra nel bagno della stazione, cerca un cesso che non sia imbrattato di merda e che non puzzi troppo di piscio; è una ricerca difficoltosa ma alla fine josh riesce a trovare un gabinetto passabile e può felicemente liberarsi.
Uscito dal cesso si lava le mani e nell’enorme specchio sulla parete di fronte vede la porta dei bagni che viene chiusa con cautela dalle tremolanti mani di un tossico, ancora lui.
Il tizio gli si avvicina lentamente da dietro, finchè non arriva proprio allle spalle di Josh e gli appoggia qualcosa alla schiena.
“Dammi il portafoglio”
Josh ha un attimo si sbandamento, pensa ad un coltello, poi decide che è improbabile, ha osservato il tizio dallo specchio mentre avanzava, in mano non aveva nulla, ne è certo.
Josh dice “Va bene”, si piega leggermente a sinistra, avvicina la mano destra al portafogli, nella tasca sinistra della giacca e, di scatto, si gira a destra alzando il gomito, sente un rumore sordo, un colpo pieno, non l’ha colpito proprio con la punta del gomito, purtroppo, l’ha preso un pelo più in alto, comunque il colpo dev’essere andato a segno da qualche parte vicino allo zigomo.
Tossico cade a terra come un sacco di patate, con la mano destra sulla faccia, per un paio di secondi si muove, da l’idea di volersi rialzare, poi più niente, immobile.
Josh dimostra una sportività eccezionale evitando di prendere a calci quel coglione svenuto, esce dal bagno, va addirittura dagli sbirri a dirgli “Guardate che c’è un tizio che sta male in bagno”, e se ne va col gomito indolenzito.


DFWallace è un genio perché, se leggi “la scopa del sistema” ti rendi conto di come Wallace si sposti da un posto all’altro come se fosse una mosca. Questà è la sua genialità. Lui è una mosca che entra in una stanza  guarda delle cose e poi, dopo un po’, esce dalla finestra, guarda il cielo, descrive la strada fin davanti alla chiesa, fa un giro per la piazza, magari poi verso sera torna  nella stanza di prima.
Lui non ti vuole raccontare una storia, lui ti crea un mondo e ti ci molla dentro. Poi inizia a bombardarti di descrizioni di cose e ti fa girare per il suo mondo, appunto come una mosca.
Insomma, se avesse voluto dirti di Josh, Wallace ti avrebbe descritto tutta la stazione e probabilmente ora saresti lì a pensare a cosa c’entravano  quei due rasta seduti al bar.
Nella scopa del sistema c’è un personaggio, chiamato “L’anticristo” che, secondo me, è semplicemente grandioso. Io, se avessi ideato un personaggio del genere l’avrei messo sicuramente al centro di un racconto, come protagonista indiscusso. Stiamo parlando di un ragazzo che va al college e ha una protesi al posto di una gamba, è intelligentissimo e coltissimo ma non si applica e non da esami, passa le giornate a cazzeggiare, in compenso aiuta un sacco di studenti coi loro esami, in cambio di Marijuana. La Marijuana gli serve per nutrire la sua gamba.
Ribadisco, io l’avrei tenuto al centro del racconto ma , come ho già scritto, DFW non vuole raccontarti una storia, vuole che ti fai un giro nel suo mondo e quindi succede che l’anticristo sia semplicemente un personaggio che viene nominato ogni tanto qua e là per metà romanzo, ad un certo punto la sorella(che sarebbe la protagonista) va a trovarlo e chiacchierano per un capitolo (uno dei capitoli più belli del libro) poi lei se ne va e basta, dell’anticristo si sa più niente.
Amo DFW.
Ho letto “la scopa del sistema” l’anno scorso e oggi sono qua a pensare “chissà che fine ha fatto l’anticristo, chissà se sarà riuscito a trovare la sua strada o se ha buttato via la vita.”  Ci penso, come se fosse un amico.




6 commenti:

  1. ma l'aneddoto di Josh e il tossico è tuo o di wallace ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siccome non c'è alcuna descrizione della stazione o dei due rasta al bar, la risposta mi pare ovvia!

      Me l'ha raccontato un tizio qualche giorno fa. Aveva un enorme ematoma sul gomito sicchè gli ho creduto.

      Elimina
    2. comunque mentiva perchè ultimamente per entrare nei cessi delle stazioni ferroviarie bisogna pagare 0,50 o addirittura 1 euro e il tossico non avrebbe mai speso tutto quel denaro

      Elimina
    3. non credo sia così in tutte le stazioni d'italia.
      lì non si pagava.
      smetti di togliere credibilità al mio aneddoto!

      Elimina
  2. molto probabilmente stai vivendo un amore romantico, lo si vede dalla quantità e contenuto dei tuoi scritti, ma se non riprendi la tua sana attività sessuale c'è il rischio che la platea dei tuoi lettori cambi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra si vede che c'hai esperienza, ci vedi lungo, in effetti è un tot che non chiavo, c'hai mica qualche nipote economica da presentarmi?

      Elimina