venerdì 29 maggio 2015

I can't be a cunt.

Oggi respiro blu,
non mi togli il sorriso neanche con un pugno nei denti.

Gran ritmiche, incastri assurdi, un sacco di citazioni, cultura e follia.
Nessun rapper (odio il rap) mi ha mai impressionato come Freddy Key nella prima strofa di "l'incubazione".
Freddy, purtroppo per lui, non avrà mai successo.
è troppo di nicchia, per apprezzarlo devi sia avere una cultura decente che essere uno schifoso reietto pezzo di merda paranoico alcolizzato tossico.
Io sono tutto cìò e freddy è un grande.





 Vedo vicoli cupi, taglio funicoli a pupi, vedo testi senza testicoli di piccoli eunuchi.
Vedo teschi nei cunicoli, follicoli in pannicoli e poi l'estasi di Baker nella casa dei buchi!
Vedo lupi con le vesti da onesti seduti su cubicoli, han due bocche, una che bacia e l'altra che da sputi!
Vedo sette di checche che giocano a Tekken, cervelli in tecche di teche stan biechi sulle bacheche!
Stambecchi con becchi saggisti come Tecchi, consueti alle seti di pozze secche, zecche tipo Newton Beky di Ugly Betty!
Banchetti, bacchetti con bacchetti alunni con intelletti da Unni del Volga, meglio che volga cadetti a turni di autunni con gli uncinetti più chiusi degli usi in un summit di Sunni, diffusi tipo insetti schiusi in cassonetti.
Inetti disillusi, parlan con detti di Ferlinghetti, connetti tagli, taglio colletti a carusi confusi con setti canusi da abusi di Subotex, la faccia è del film di Bell poi tu chiama Diego Coletti!
Sai commetti sbagli se mi parli dei tuoi ghetti, tu non sei un soldato e non sei mai stato sulle foglie di Ungaretti!
Le tue voglie da donna con doglie istiga folle, ad un conflitto sfittò, come i Capuleti ma senza Montecchi!
Che ti aspetti dal diletti nella casa degli specchi?
fletti affetti poi ti genofletti a Dedalus, non è' un gioco da Benacus, vai a fuoco come Emmaus, vengo da un mondo gotico come Lorenzetti!
Le pene che detengo con 'sti modi austeri son le stesse poi che in Amadeus aveva Salieri
I fantasmi di Camilleri, quelli di Vigata, quelli sui velieri in una mente ancora poco navigata!
Solamente teste offuse, fuse da infusi!
infuse da fusa lusa da cusa da gatti nelle cambuse dei matti, fanno patti con misfatti miagolanti, sentendo l'acuto di fobie chiuse in tombe o in bugigatti.
Come il Pluto di Allan Poe, leggi fumetti Alan Ford, qui s'annega nel vago dei testi come a Balaton.
Io mi appago se divago, se zizzago tra le nubi, taglio lo spago a voi pupazzi in pezza come Woody, che siete lo svago di ogni mago di Oz senza l'imago di Giudy, come giudicarla la follia?
senza preludi, senza gli studi, senza autopsia!
Gente che ne parla e per fuggirle poi la chiama malattia!
Non dico mai nulla?
Io dico anche troppo!







Se ti è piaciuta prova anche quest'altra:Soul Saver
C'è chi dice che ho una mente geniale quando invece è solo malattia mentale

2 commenti:

  1. Mi piace molto ed è lontano dal mio genere.Bravo bravo.

    RispondiElimina
  2. urno si vede che tu hai buon gusto.

    RispondiElimina