domenica 29 marzo 2015

600 arrosticini

Ieri al bar dovevamo essere in tre: io, la donna e un tizio.
Invece il bar era un altro bar, il tizio era un altro tizio.
Andava bene uguale,
                          campari soda,
   poi eravamo in quattro e poi cinque poi sei.
Campari soda + facce che ultimamente s’incrociano di rado = Montenegro + shot di grappa alle prugne.
E’ presto, E’ meglio che cambiamo posto.
Andiamo a bere na birra là? Si dai, ma no birra, altri campari soda.
Arriva anche l’altro tizio e quello che si sposa, siamo in nove,
& l alcolismo che ci contraddistingue e patologicamente ci accompagnerà sotto terra, ci incoraggia e quasi obbliga ad ordinare negroni
Che beviamo tra smorfie disgustate.
Chiamo la mangeria ma non hanno posto.
Bruno Raspallagangicol (nome di fantasia) invita me e la donna a una festa a casa del suo datore di lavoro.
Festa con roba da mangiare e roba da bere e la musica le milf e la piscina interna riscaldata.
Decidiamo sia giusto e doveroso andare a dare un’occhiata.
E’ una festa di trentquarantenni, le milf hanno i figli dietro.
I bambini mi disagiano, mi parcheggio vicino al barilotto di birra.
Quello che sta dietro la musica mette roba italiana anni 60, e the end dei doors, così per rallegrare l’atmosfera.
Ah, la festa è a tema. Anni 60/figli dei fiori. Te lo dico così a sorpresa, dopo averti portato alla festa, come l’ho scoperto io.
La roba da mangiare è risotto al tastasal e 600 arrosticini di pecora.
Una festa privata con piscina interna riscaldata e 600 arrosticini non ha prezzo. 10 euro a testa. Io non ho pagato, odio pagare, ecco ho perso il filo.

..Senza i bimbi saremo in una ventina buona di persone.
Quando i vecchi han finito di mangiare e stanno cantando karaoke youtube max pezzali e tiziano ferro … merda merda e merda schifosa..  mi impadronisco della postazione arrosticini, scopro che ce ne sono altri tipo trecento,
con dei validi aiutanti inizio a buttarne su a rotta di collo, finisce la birra, finisce una super bozza da due litri di sangiovese, fumiamo cannoni,
stimo di aver mangiato almeno 40 arrosticini (ero sbronzo, forse erano 18).
Non capisco più niente, sono stra sbronzo, sono sempre affamato uguale, più mangio più mangerei, sono cintura nera di fame chimica, la donna vuole andar a casa, andiamo via. c'è un altro centinaio di arrosticini da cuocere. 
Li avrei potuti mangiare tutti.
Mi sdraio a letto e mi sembra di avere un bambino di 5 anni seduto sullo sterno, nausea, mi alzo e mi metto seduto alla scrivania con la testa buttata sulle braccia molli come lo stronzo sbronzo che sono.
A una certa mi sveglio a letto, spengo la tv, dormo.
Oggi niente mal di testa, grazie a dio, ma ho la nausea, lo stomaco ribaltato e la bocca che sa di pecora.
Mi sono lavato i denti, ho mangiato un uovo, polenta e salame, una crepes con la nutella, bevuto caffè, lavato ancora i denti, ma niente, ho la bocca e tutta la roba che c’è dietro, dentro, che sa di pecora.



4 commenti:

  1. e poi è meglio che non te lo dico con quali parti della pecora fanno gli arrosticini, mo' spero non ti passi la voglia di una bella leccata di fica vita natural durante

    RispondiElimina
  2. per essere milf devono averne almeno 40 di anni, le 34enni sono post adolescenti!!

    RispondiElimina
  3. La bocca che sa di pecora non mi è mai capitato.
    Di fogna, magari, ma di pecora no.
    Ma ho presente la sensazione del sapore che non se ne va.

    Comunque dai, Max Pezzali è un cult.

    RispondiElimina
  4. Il karaoke è il male, ma la festa pare sia stata bella. Dopotutto non hai pagato un cazzo e ti sei riempito di alcol e cibo.

    RispondiElimina