domenica 9 novembre 2014

La fine del mondo



La fine del mondo è un bel film.
Fa ridere.
Ma ha dei colpi di scena mica da scherzo.
Sai di andare sul sicuro perché il regista è quello di “l’alba dei morti dementi”, e questo film dovrebbe concludere la TRILOGIA DELCORNETTO (non c’è continuità tra i tre film, infatti il secondo non sapevo nemmeno esistesse fino a due minuti fa).
I protagonisti sono sempre Simon Pegg e Nick Frost, gli stessi dell’alba dei morti dementi, solo un sacco più vecchi.
La trama sarebbe che c’è sto tizio di 40 50 anni, alcoolizato, che vuole riunire i suoi 4 amici per fare il miglio alcoolico. Il miglio alcoolico consiste nel bere una pinta in ognuno dei 12 pub del paese.
I 5 impavidi eroi ci avevavo già provato da ragazzi, nel ’90: Ma tra sboccate, gente che vòlta via e problemi vari, non sono riusciti a finirlo.

Il film non è un capolavoro ma è ben fatto ed è strano ed è originale e, insomma merita.
E va visto così, un pò a scatola chiusa, che è pieno di sketch forti e citazioni e non mi va di spoilerare.



2 commenti:

  1. è carino, sì, però per me è il più debole dei tre

    RispondiElimina
  2. Per me una degna conclusione della Trilogia.
    Bellissimo.

    RispondiElimina