giovedì 6 febbraio 2014

Cose che scrivo quando sono in bomba.

Ieri in un cassetto ho trovato un foglio con della roba scritta su e dopo un'analisi più attento mi sono reso conto che doveva essere qualcosa che ho scritto una sera di qualche mese fa, sbronzo, in condizioni pietose, probabilmente dopo aver sboccato.
Si capisce che ero cotto perchè, come al solito, il testo parte in maniera veramente molto promettente ma poi sembra si sfilacci e si sciolga colando qua e là, proprio come i pensieri nel cervello di un tizio sbronzo e sfatto con la faccia di me stesso.
Lo ritengo comunque un testo valido ed importante, che rende molto bene la difficile situazione che vivono gli ex giovani quando si accorgono che sono diventati ex giovani.
Ecco:


Perchè ti lecchi il culo da solo come un cane randagio?
Non senti il sapore della merda?
La mia Citroen ammaccata e rugginosa tentenna e tremolicchia come un ottantenne da trenta paglie al giorno.
Pensavo di lasciarla morire e restare senz'auto.
Ma ho paura.
Come si fa a restare senz'auto? (e senza scooter?)
Non ci sono i bus o i tram o la metro.
                        -Potrei prendere una bici.
                                                      -E se piove?
Come può un auto essere indispensabile?
                     Cosa ne penserebbe Schopenhauer?
                                              Aveva Kafka un'automiblie?

Chissenefrega, odio kafka.
E Rimbaud sta a Baudelaire come Rey Misterio sta a Mike Tyson
prima che si facesse
    il fottuto tatuaggio.

-questo che frigge non è il mio cervello, zio Sam.
    ...E' la colazione.


Fine.

Ora un pezzo straordinario.  

11 commenti:

  1. How can they sleep at night?
    How can they sleep at naaaaaaaaaaaaaaaaaiit?!!!!?!!!!!!

    How did the cat get so fat?
    Genio.

    RispondiElimina
  2. Si puo' vivere solo con la bici si.Il dramma dell'essere ex giovani.

    RispondiElimina
  3. E' questione di abitudine (la bici). Però non è andata male per uno che stava malissimo. Io faccio peggio.

    Gran pezzacchione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fossi stato appena un pò più sobrio credo avrei evitato di usare Rey Mysterio come termine di paragone.

      Elimina
  4. I pensieri,le agitazioni e tutte le cacchine fanno parte della vita. Se dovessi vivere di canne e maria,pff sarei morta di overdose anni fa.
    E ridere, se ti dico che lo faccio anche troppo? Bill la bici spacca,ecco fatti un giro♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piove sempre...
      da quando ho aperto gli occhi stamattina non ha smesso un secondo

      Elimina
  5. cazzo c'hai contro rimbaud adesso? almeno hai letto una stagione all'inferno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho letto qualcosa ma non mi ha mai preso bene.
      Non dico che rimbaud fa cagare dico che tra lui e Baudelaire non c'è partita. I fiori del male probabilmnte è il libretto di poesie più bello che ho mai letto.

      Elimina
    2. Io ho sempre preferito Verlaine a entrambi.

      Elimina
    3. Verlaine parla un pò troppo di fica.
      mi rendo conto che può sembrare un'affermazione abbastanza frocia.
      In realtà è che ho letto un paio di sue raccolte e ci ho trovato molte cose interessanti ma certe sue poesie mi sembrano solo un: "Mamma che belle gambe, dio bono che bel culo, cazzo che belle spalle". insomma a volte sembra un vecchio pervertito.

      Elimina