mercoledì 23 ottobre 2013

A volte la gente fa scelte sbagliate


Dannazione sono sconcertato.
Ho preso in mano sta raccolta di poesie che avevo letto anni fa: na roba tipo beat generation anthology by Lawrence Ferlinghetti; e dentro ci ho letto un disastro di poesie interessanti.
A parte che non è solo una raccolta beat americana, perchè Ferlinghetti ci ha voluto cazzare dentro anche altri poeti di quegli anni, quindi ho letto qualcosa di Pasolini e di Neruda e poi c’erano dei poeti francesi, dei russi ed Evtusenko che mi ha preso bene.
Ma, tornando agli americani, oltre a un fracco di cose di Kerouac e Corso e Ginsberg e Ferlinghetti stesso, ho riletto il Blues dell’acqua pesante di Bob Kaufman e l’ho adorato.
Ho quindi deciso di documentarmi sul Kaufman per scoprire di più sulla sua vita e sulle sue opere per poter poi comprare qualche suo scritto o raccolta di scritti.
Vien fuori che Kaufman è nato nel 25, ha conosciuto Burroughs e Ginsberg, è stato un appassionato di jazz ed un buon musicista, oltre che un poeta. Recitava le sue poesie nei bar su un sottofondo jazz e la maggior parte delle sue esecuzioni non sono mai state trascritte.
Si dice che lui fosse uno dei più forti, a recitare le poesie sul jazz. Che poi, tutte le poesie di coloro che hanno dato vita alla beat generation si basavano sul jazz, sul be-bop. Ma Bob Kaufman oltre ad essere un poeta, come ho già detto era anche un musicista, nero per di più. Immagino quindi avesse un gran senso del ritmo.
Oltre agli stati uniti Kaufman ha ottenuto un grande successo anche in Francia dove si è guadagnato il soprannome di Rimbaud nero.

Ottimo, direte voi.
Ottimo, ho pensato io.
Guardo la bibliografia.
Occhi sbarrati.
Nodo alla stomaco.
Panico.
Nessuna delle opere di Kaufman è stata tradotta in italiano. Solo due o tre poesie, inserite in qualche raccolta, sono state tradotte nella nostra lingua.
Ma scherziamo? Porco dio perchè nessuno si è mai preso la briga di tradurre Kaufman quando, tanto per dirne una, sono stati tradotti tutti i fottuti libri di Burroughs, alcuni dei quali sono veramente merda illeggibile.
Fernanda Pivano dove cazzo eri? Perchè tutti gli altri si, e non Kaufman?
Cazzo sono riuscito a trovare Mindfield che sarebbe la raccolta di tutte le principali opere di gregory Corso che, detto tra noi, a parte la famosa Bomba non ha scritto nient’altro di decente. Almeno a mio modesto parere.
E cazzo, di Kaufman non c’è niente?
Vabbè che lui stesso, prima di morire, ha detto che voleva essere dimenticato da tutti ma non è una scusante. Almeno prima che morisse qualcuno avrebbe dovuto tradurre qualcosa!!!!
Ora ho uno scopo nella vita.
Comprerò una raccolta del vecchio Bob in inglese e la tradurrò per me stesso.
Intanto vi lascio la Benedizione che, oltre al Blues dell’acqua pesante, è l’unica sua poesia in italiano che sono riuscito a trovare.

Bob Kaufman, BENEDIZIONE
Mosè di un bruno pallido scese alla terra d’Egitto
Per far passare il popolo di qualcuno.
Tenetelo fuori dalla Florida, là non c’è ONU:
Il povero governatore è tutto solo,
Con seicentomila analfabeti.
America, ti perdono… perdono il fatto
Che inchiodi Gesù nero su una croce importata
Ogni sei settimane a Dawson, Georgia.
America, ti perdono… perdono il fatto
Che mangi bambini neri, so la tua fame.
America, ti perdono… perdono il fatto
Che bruci bambini giapponesi per difesa –
Capisco quanto sia necessario.
Il tuo antenato aveva la testa piena di bei pensieri.
I suoi discendenti sono esperti in proprietà immobiliari.
I tuoi generali hanno visioni fungiformi.
Il tuo popolo ha ogni giorno più
Macchine, televisioni, malattie, sogni di morte.
Viva
Saresti stata magnifica.



Nella stessa raccolta in cui ho letto il Blues dell’acqua pesante c’era un’altra poesia magnifica: “perchè scelgo dei neri per amanti” di una che si firma “la loca”. De La Loca hanno pubblicato una raccolta che si chiama “Adventure in the island of adolescence” che ovviamente non è mai stata tradotta in italiano.

2 commenti:

  1. E se non sbaglio la poesia de "la loca" l'avevi già messa in un post.

    Comunque questo kaufman l'ho già sentito da qualche parte, sarà stato citato da tutti quegli altri beat, mi informerò. Hai letto i sotterranei di kerouac?

    RispondiElimina
  2. non mi piace kerouac. ho letto sulla strada e qualcos'altro che forse era i vagabondi del darhma o roba del genere ma non mi hanno entusiasmato.
    Si, la poesia della loca l'avevo già postata tempo fa infatti volevo mettere un link a quel post ma mi son dimenticato perchè sono un fattone ed ora non c'ho voglia di farlo perchè sono un fattone.

    RispondiElimina