martedì 2 aprile 2013

Poesia: Buona giornata amore mio

Mi avveleni l’anima
Quando ti svegli così
           Da troia rompi coglioni

Ed ho pensieri violenti che
                    inseguendosi
Mi grattano la gola come
              Vomito
                           pronto a riversarsi sul pavimento ai miei piedi.
Ma invece di uscire  
i pensieri invischiati nella putrescente
                    nerastra materia del mio odio,
                                                   che li coaugula e li compatta,
 scivolano lenti e appiccicosi giù nel mio stomaco
Ad accumularsi ad altro odio, ad altra rabbia.
E laggiù è tutto buio,
                               baby
                la metastasi è irreversibile
                  &  il tumore mi sta mangiando il cuore
       
Lo vedo il mio odio, sai?
Ce l’ho davanti agli occhi.
È nero e viscido,
 non è ne liquido nè solido,
solo un ammasso nero
                                 catarroso
                                               colloso,
come uno strato di petrolio sul mare,

Lo vedi? Il mio stomaco gonfio di odio?
         La vedi?     La mia bolla da alcoolista piena di frustrazione?

     Sai quanti sono i pugni che non ti ho dato?
  
Ho la pancia gonfia.
c’è ancora molto spazio??
No, mia dolce farfallina.
Uscirà tutto,
prima o poi
e i miei pollici finiranno
nelle tue rotonde orbite
                         incastrati

 e ci vorranno tre persone
     ben piazzate
        per togliere le mie dita dal tuo stupido cranio.

    ma tanto tu non hai paura di niente.
                       Buona giornata amore mio


10 commenti:

  1. che bello essere innamorati
    che gioiose sensazioni giornaliere

    RispondiElimina
  2. o no?

    E stilisticamente che ne pensi? Non hai sentito sprazzi di fiori del male?

    Anche
    SAI QUANTI SONO I PUGNI CHE NON TI HO DATO
    è un frase molto bella a mio parere.

    RispondiElimina
  3. certo che sto "amore" del cazzo ti riduce veramente male e cambialo!

    RispondiElimina
  4. Quella dei pugni mi è piaciuta subito, una notevole trovata e soprattutto originalissima.
    Mentre la leggevo mi venivano in mente i maestri della beat generation: insomma, ormai lo sai, sono un inguaribile fricchettone.
    Jack Hirschman (compare e amico di Kerouac, Miller e tutta quella banda di allegri e scoppiati sognatori) ho avuto l'onore di averlo al nostro Circolo, che fra le altre cose è stato sgomberato giusto giusto stamattina.
    Così, tanto per confermare che in questa epoca si butta via la ricchezza e si vive di pochezza.
    Bravo Bill, ottimo lavoro!

    RispondiElimina
  5. Piccole magie dell'internet.
    Un commento ambiguo con una parola non ben definita nella mente, una ricerca, un paio di pagine masticate ed ora un concetto fatto tuo, rielaborato ed incastonato per bene dove tu lo vuoi.
    Piccole magie dell'internet.

    RispondiElimina
  6. Mmmmm.... Forse è ora di cambiare compagnia....

    RispondiElimina
  7. Mi sa che la delicata farfallina invece picchia duro, visto che lo stomaco gonfio e pesante non è il suo.

    RispondiElimina
  8. occhio all'infartino con l'accumulo di così tanto odio...

    RispondiElimina