giovedì 20 dicembre 2012

I love Johnny (parte2)

Beh, riprendiamo la storia: sono salito in macchina pensando di sboccare. Continuavo a pensare al vomito. A quanti minuti di autonomia avevo prima di vomitare l’anima. Sono partito facendo i primi3 kilometri ai 20 all’ora. Non vedevo un cazzo. Vetri appannati. Li ho puliti con le maniche della felpa comprata dai cinesi. Non vedevo un cazzo lo stesso. Nebbia di merda. Alcool di merda. Ho bevuto troppo. Ho fatto la tangenziale perchè, è risaputo, in tange non trovi mai gli sbirri. Fatto sta che ho fatto qualche kilometro in prima corsia ai 60 allora ma non vedevo un cazzo, mi si stavano chiudendo gli occhi e stavo per sboccare. Così mi son detto Johnny vai tranquillo, ci sono le piazzole di sosta, se hai una crisi di sbocco ti puoi fermare lì, vomitare e ripigliarti. Sono fatte apposta le piazzole di sosta. Sono lì per la gente che ha le crisi di sonno o di vomito. Ed io stavo per averla.
Vomito. Non arriverai mai fino a casa. Fermati. In una piazzola di sosta.
Così mi sono fermato ed ho vomitato, sono tornato in macchina ma stavo peggio di prima, credo di aver vomitato un’altra volta poi mi sono addormentato.
Non ricordo di essermi addormentato ma so che è successo perchè sono stato svegliato da uno sbirro che mi puntava una torcia in faccia. Mi ha chiesto qualcosa ma io con quella cazzo di luce negli occhi non capivo nulla.
Avevo un emicrania lancinante. Ho cercato di riprendermi e poi ho iniziato a parlare con gli sbirri.
 Loro erano già incazzati, ancor prima di iniziare a parlare.
Gli ho dato patente e libretto ed era tutto regolare. Mi hanno chiesto se ho bevuto o mi sono drogato, io ho detto no. Loro non ci credevano ma a occhio non avevano l’etilometro perchè non mi hanno fatto nessun test. Mi hanno chiesto perchè ero lì. Ho detto che stavo tornando a casa, ero molto stanco e mi sono fermato a riposare un pò. Loro mi hanno chiesto a che ora mi ero fermato. Ho detto una e mezza circa. Era un orario a caso, non avevo idea di che ore fossero quando mi sono fermato. Ero in merda totale.
Lo sbirro basso, quello con la torcia, mi fa che la sosta nelle piazzole di sosta in autostrada o tangenziale è consentita per un massimo di tre ore quindi mi devono multare, visto che ora sono le 5.45. Gli dico, con calma e tranquillità estrema, che non ricordo bene l’ora in cui mi sono appisolato. Ma che all’una e mezza ero ancora dalla mia donna quindi probabilmente mi sarò fermato per le 2 e mezza o le 3. Gli dico che non possono multarmi così. Solo perchè suppongono che sia fermo da più di tre ore, senza avere alcuna prova. Lo sbirro basso mi dice di abbassare le orecchie da coniglio, mi dice che ho bevuto e lui lo sa, mi dice stai zitto e tieniti la multa sennò ti portiamo in ospedale a fare l’esame tossicologico e quello per l’alcool. Non gli ho fatto niente e lui mi tratta come immondizia.
Gli dico che non posso andare in ospedale con loro, dico che ho la macchina lì dalle 2 e 50 quindi ho 10 minuti per spostarla prima di sforare le 3 ore consentite per la sosta in tange e rischiare quindi di prendere una multa. Lo sbirro basso s’incazza, inizia ad urlare, mi dice di scendere, mi insulta e mi dice le classiche frasi da sbirro del cazzo tipo tu non sai con chi hai a che fare.
Io sorrido e dico che non ho fatto niente di male mentre lui mi vuole multare per forza. Lo sbirro basso mi si avvicina. Faccia a faccia. Più che altro faccia a petto. Mi sfida. Io rido e gli dico che cazzo fai? Stammi distante. E lui mi urla in faccia che io non sono nessuno e lui può fare quello che vuole. Mi dice se voglio ti riempio di manganellate  perchè mi hai aggredito. Gli dico che non l’ho aggedito. E lui fa si, ma noi siamo in due e siamo carabinieri. Quello che diciamo noi è legge. Tu non sei un cazzo di nessuno. Dice al suo collega di farmi la multa per la sosta e per insulto a pubblico ufficiale e mi da un calcio sulla portiera del peugeot.
Gli dico sarai anche uno sbirro ma a me sembri più un terrone di merda. O il negro di un ghetto. Vedo i suoi occhi infiammarsi e la bocca aprirsi in un ghigno mentre sta alzando il braccio destro in cui tiene il manganello e lì, come se fossi il tizio di matriz che schiva i proiettili vedo tutto al rallentatore e so che se non faccio qualcosa lui tirerà su il manganello e me lo sbatterà sulla testa, così mentre lui sta per colpirmi gli tiro un sinistro diretto in bocca e prima che cada a terra riesco a colpirlo con un destro alle costole. Appena il coglione è per terra gli do un calcio e poi mi ci lancio sopra come una belva e lo riempio di pugni. Sono  riuscito s dargliene almeno 15 prima che il suo collega mi puntasse la pistola in faccia. A quel punto mi sono alzato con le mani in alto e il nanetto s’è rialzato e m’ha colpito
All’occhio. Sono andato giù e mi hanno preso a calci per boh, venti minuti? Continuavano a darmene, poi quando erano senza fiato mi hanno ammanettato, caricato in macchina e portato a fare i controlli per l’alcool e le droghe.E poi eccomi qua.>


L’avvocato sta scrivendo qualcosa su un foglio, alza lo sguardo verso jhonny
“poi hanno controllato la macchina e hanno trovato le sostanza stupefacenti. Bene, la situazione è praticamente già scritta. Non c’è nulla che possiamo fare in quanto lei non ha testimoni.
 è stato accertato che era alla guida ubriaco e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, aveva un quantitativo di quelle sostanze molto superiore alla quantità destinata ad uso personale ed ha insultato ed aggredito un agente.”
<aggressione, ok. E spaccio. E guida da sbronzo e sfatto. Ok. Ma la multa per la cazzo di sosta allora non me la fanno?>
“E’ davvero così importante? Comunque credo di no. credo non sia nemmeno una legge vera. Forse le hanno detto che la sosta dura solo 3 ore per farle paura.”
<Figli di una gran troia. Dovevo dargliene di più>.
“Forse doveva evitare di dargliele”.
<Si ma forse, porco dio, quel nano figlio di puttana adesso che ha perso 4 denti ci penserà due
volte prima di fare lo spaccone con i tizi che ferma.>
“Ma ora lei avrà una condanna penale. Non credo finirà in carcere ma dovrà pagare una multa sui  15mila e prevedo dovrà scontare intorno alle 200 ore di servizi socialmente utili”.
<Senti, vecchio, mio, Nicola, o come cazzo ti chiami. Il basso, lì, il terroncello, mi ha detto di abbassare le orecchie> johnny fa una pausa poi muove le sue grandi orecchie da coniglio in avanti, dando un paio di colpi <queste cazzo di orecchie io non le abbasso mai. Capito? E il nano di merda è stato fortunato che il suo collega mi ha puntato una merdosa pistola in faccia. Perchè se trovo un tizio come lui che per sbaglio di mestiere non fa il carabiniere e quindi non ha una pistola in tasca, i cazzo di denti  glieli faccio cascare tutti.>
“Lei è..”
<E smetti porca la merda di darmi del lei. Chiamami johnny, cazzo. E ti dirò di più, Nick. Ora pago la cazzo di multa, faccio i cazzo di lavori socialmente utili ma se poi, un giorno, io ritrovo quel nano bastardo vestito da sbirro lo riprendo a pugni in bocca un’altra volta. Perchè a me non fotte un cazzo. Tirerò fuori altri 15 mila lavorerò altre ore per lo stato di merda, ma quella faccia merdosa da sbirro gliela deformo, gliela butto giù, perchè io non abbasso le orecchie.
Io non abbasso le orecchie.>
“Johnny sei un pazzo”.
Il nostro paffuto fa un mezzo sorriso e da un altro paio di colpi con le sue grandi, magnifiche, bianchissime orecchie da coniglio.



8 commenti:

  1. Risposte
    1. grazie, son contento.
      Johnny non delude mai.

      Se non hai proprio un cazzo da fare leggiti queesto:
      http://pensieriabortiti.blogspot.it/2012/02/ripescato-dal-vecchio-blog.html?zx=65b82ce29def74fd

      indubbiamente è il miglior post con johhny paffuto.

      Elimina
    2. letto. grande. sento il bisogno di un libro sulle avventure di johnny paffuto.

      Elimina
  2. Vite strappate dalla vita, a decine.
    Uomine donne, giovani e vecchi.
    Uccisi, picchiati, abusati, derisi, provocati.
    Maledetti.

    RispondiElimina
  3. Questo tuo racconto mi ha fatto pensare a lui (http://it.wikipedia.org/wiki/Omicidio_di_Federico_Aldrovandi) e a una serie infinita.

    RispondiElimina
  4. non bisogna mai abbassare le orecchie, MAI! eh bravo johnny

    RispondiElimina
  5. bravo jhonny sti strozi si comportano da padreterni anche se sanno di essere dei pezzi di merda... mi hanno fatto la multa perchè non avevo le luci accese, da non credersi... patente lebbrette!!!!

    RispondiElimina