lunedì 12 novembre 2012

odio lavorare a stretto contatto con le persone. alcune in particolare

Vedo grappoli di bombe che ti esplodono sulla faccia
Disintegrando ogni tua cellula
Disinfettando tutto ciò che ti circonda e che hai contaminato coi tuoi umori marcilenti.
Sei una scarica diarroica prepotente ed eterna
Un fiotto continuo di baggianate preadolescenziali che
Come vermi arrugginiti scavano buchi nelle mie orecchie mentre
Coliche di odio mi contorcono lo stomaco e
Prima o poi te le vomiterò addosso con una forza tale da accecarti e soffocarti e
Devo andare a lavoro.

6 commenti:

  1. io mi farei visitare, con tutte ste coliche... non si sà mai.

    RispondiElimina
  2. Tanto se non ti incazzavi con 'sto tizio, ti incazzavi con un altro. Siamo circondati.
    Almeno si lavora.

    RispondiElimina
  3. ce l'avrai mica co' me per il fatto che sto cercando di riportarti sulls retta via

    RispondiElimina
  4. fracatz: che cazzo è che stai cercando di fare??
    sembravi una così bella persona.

    RispondiElimina
  5. Comunque la tua descrizione del blogghe è bella.

    RispondiElimina