lunedì 22 ottobre 2012

Depressione


Sono depresso. Non so perchè.
Ogni giorno sono triste, penso a quello che potevo e dovevo fare e a quello che non ho mai fatto, non ho spunti o idee per trascorrere la giornata e non ho motivazioni.
Non ho un senso.

Ho sempre odiato i coglioni ritardati che mi dicevano continuamente
“ma come fai a stare a casa tutto il giorno senza fare un cazzo? Ma non ti annoi a non fare niente tutto il giorno? Io mi vergognerei. Io non ce la farei”.

Tu non ce la faresti perchè sei una persona povera. Cerchi di riempirti le giornate e di avere sempre qualcosa da fare così non rischi mai di restare da solo con te stesso.
A pensare.
Già, coglione, tu non sai pensare.

A me piace stare da solo con me stesso. E poi non passo le giornate a non fare niente. Guardare un bel film, scoprire un nuovo album che ti fa impazzire o, per esempio, leggere un libro,sono cose che ti riempiono le giornate e ti danno anche una certa soddisfazione, solo che nessuno ti paga per farlo.

Mentre tu prendi millecento euro al mese per stare seduto davanti ad una scrivania passano le giornate su facebook.
Io non faccio schifo. Tu fai schifo, stronzo.
Io non rubo soldi a nessuno.
E soprattutto non dico agli altri quello che dovrebbero o non dovrebbero fare.
É che ora è diverso. Anche se ho 70 cd mi pare di ascoltare sempre la stessa musica, ed è da un sacco di tempo che non leggo un libro che mi faccia impazzire. Quindi mi rompo le palle. Si, mi rompo i coglioni e mi deprimo. Uscirei ma fuori fa freddo e non mi va di uscire e non saprei dove andare mentre in casa mi rompo i coglioni e mi deprimo perchè non ho niente da fare.

Il fatto è che non mi pare di aver avuto altri periodi così. Mi sveglio tutti i cazzo di giorni sempre incazzato sempre cattivo, sempre senza alcuna ragione apparente. E sto male sempre.
Mi passa per un pò, magari anche per qualche ora se fumo o bevo o mi trovo qualche attività che mi impegni.
Ma poi torna sempre.
Rabbia e paura. Perchè ormai ho 25 anni ma non riesco ad averli.
Non lo mando giù.

Inizia la vita normale, Bill.
La gente fa così. Ad un certo punto realizzi che non giochi a calcio in serie A, non hai scritto un best seller, non sei un cazzo di nessuno e a nessuno fotte un cazzo di te.
Io non realizzo.
Mi devo svegliare tutti i giorni alle 7, fare un lavoro di merda che non mi piace in un posto che non mi piace con della gente che non mi piace con l’unica consolazione di comprare gratta e vinci ogni giorno perchè magari vinco il turista per sempre?
Per ora mi sa che preferisco tenermi la mia depressione.

11 commenti:

  1. se la depressione mi dasse da mangiare starei a casa anch'io a rompermi i coglioni. (non gratto e non vinco!) XD

    RispondiElimina
  2. Aspetta che la depressione sia andata via prima di guardare restless che non voglio suicidi sulla coscienza.

    RispondiElimina
  3. Ho passato un periodo identico. E secondo me ne ripasserò. Visto che passo da qui ti consiglio un album che mi ha sfiziato un botto: Neutral Milk Hotel - In The Aeroplane Over The Sea.
    A me ha risollevato una settimana.

    RispondiElimina
  4. vedrai poi che col passar degli anni, per noi morti di fame sarà sempre più dura
    la trasgressione
    èh già, perchè l'importante è inquadrare bene la propria posizione e capire se in caso ti nascesse una figlia tu possa permetterti di chiamarla chanel oppure no

    RispondiElimina
  5. Da piccolo sai con certezza che quando sarai grande diventerai un brillante fuoriclasse calcistico.

    Il tempo passa, al liceo inizi a suonare la chitarra e dopo poco vedi già il tuo futuro proiettato su immenso palco, a fare la rockstar.

    Il tempo continua a passare, te ne vai all'università e dopo il secondo anno sai già per certo quale grande e rivoluzionario ricercatore diventerai.

    Ma la realtà non è questa.

    Sei solo un piccolissimo Mr. Pinco Pallino, con sogni comuni a tutti i Pinchi Pallini della Terra.

    Non è strabiliante il modo in cui ci prendiamo per il culo da soli?



    RispondiElimina
  6. urno: ce l'ho quel disco perchè ne avevo sentito parlar bene.
    Però non mi piace molto.

    @altri: beh dai, per come avevo scritto il post pensavo di beccare qualche insulto in più.

    Ciao, sono Bill, lavoro tre sere a settimana, sono un rifiuto della società ed odio voi stronzi lavoratori che volete insegnarmi la vita.
    Sniffo colla e molesto le vostre figlie sugli autobus di linea. Mi piace grattarmi le palle ed annusarmi le dita subito dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli insulti se li becca il tuo 'recent visitors' sul quale misteriosamente non appaio...

      Elimina
    2. si,dovrei togliere quella roba. non ha mai funzionato

      Elimina
  7. @sileno: sei pahlaniuk.

    @fracatz: parole sante. credo potrò permettermi di chiamarla Janis!

    RispondiElimina